Focus

Calhanoglu è il sesto turco della storia dell’Inter, il secondo Hakan: tutti i nomi

Calhanoglu è un giocatore dell’Inter, è arrivata anche l’ufficialità. Sarà lui l’uomo di fantasia che dovrà accendere il gioco di Simone Inzaghi in mezzo al campo. Il centrocampista ex Milan è il sesto calciatore proveniente dalla Turchia a vestire la maglia nerazzurra. La storia finora non ha regalato particolari soddisfazioni.

SUKUR IL PRIMO – Hakan Calhanoglu è ufficialmente un nuovo calciatore dell’Inter (vedi annuncio). Non è però il primo giocatore turco a sbarcare a Milano, sponda nerazzurra. Il primo in assoluto è Hakan Sukur, centravanti arrivato all’Inter dal Galatasaray nel 2000. Considerato uno dei migliori attaccanti della sua generazione, porta con sé un biglietto da visita fatto di oltre 150 gol con la squadra di Istanbul. In nerazzurro però non riesce a confermarsi. Resta una sola stagione, con 35 presenze complessive e soli 6 gol all’attivo. L’anno successivo passa al Parma e anche lì non riesce a ripetere quanto di buono fatto vedere in Turchia. Chiude la carriera nel suo amato Galatasaray. Calhanoglu è il secondo Hakan turco che sbarca all’Inter.

OKAN ED EMRE – Subito dopo Sukur e molto prima di Calhanoglu, tocca a una coppia. Arrivati insieme all’Inter nell’estate del 2001, anche loro dal Galatasaray. Okan Buruk, esterno destro, sembrava l’ideale per il 4-4-2 di Hector Cuper. La prima stagione è però disastrosa. Sole 7 presenze in Serie A e campionato concluso con il nefasto “5 maggio”. Rimane all’Inter tre anni, con prestazioni molto altalenanti, prima di tornare in Turchia al Besiktas. Più positiva invece l’esperienza di Emre Belozoglu, il migliore dei turchi passati per Milano. Centrocampista mancino, dotato di rara tecnica e soprannominato il “Maradona del Bosforo“. All’Inter colleziona 115 presenze in 4 stagioni, con 5 gol. Celebre la sua doppietta all’Olimpico contro la Lazio in un pirotecnico 3-3. All’Inter vince una Coppa Italia, nel 2004/05, agli ordini di Roberto Mancini. L’anno successivo passa al Newcastle.

ULTIME DUE METEORE – Calhanoglu sarà il quarto turco a debuttare ufficialmente con la maglia dell’Inter ma in realtà è il sesto turco nerazzurro. Gli ultimi due nomi vengono citati per dovere di cronaca, non avendo collezionato nemmeno una presenza ufficiale con l’Inter. Umit Davala arriva in nerazzurro proprio dal Milan nel 2002 in uno dei tanti scambi imbastiti tra le due società in quegli anni. In rossonero passa Dario Simic. Il turco si accasa immediatamente in prestito al Galatasaray. Quasi la stessa storia per Caner Erkin. Arriva all’Inter a parametro zero dal Fenerbahce, su indicazione di Mancini. Quando la panchina viene affidata a Frank de Boer, per il terzino turco si chiude ogni possibilità di permanenza. Viene ceduto in prestito al Besiktas. Calhanoglu dovrà invertire una tendenza che, a parte qualche sprazzo di classe di Emre, ha visto i suoi connazionali in difficoltà con la maglia dell’Inter. Ma ha dimostrato di avere i mezzi e il talento per imporsi in Serie A e convincere Simone Inzaghi ad affidargli le chiavi del centrocampo.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button