FocusPrimo Piano

Inzaghi e quel triplo step di crescita chiesto (d)all’Inter: ecco come migliorare

Inzaghi per la sua Inter non si accontenta più dei complimenti senza trofei, che non siano gli ormai tradizionali Coppa Italia e Supercoppa Italiana. L’allenatore nerazzurro ora deve mettere mano a ciò che nell’ultimo biennio gli ha negato lo Scudetto, migliorando (anche) se stesso

PRIMO OSTACOLO – L’Inter di Simone Inzaghi è ambiziosa ma allo stesso tempo non ancora consapevole dei propri mezzi. E nello specifico, dei propri margini di crescita. Ed è anche questa la risposta che tutti si aspettano in vista dei prossimi impegni dell’Inter. Correggere gli errori del passato senza aver colmato tutte le lacune in sede di calciomercato è difficile ma non impossibile. Per riuscirci sarà necessario l’intervento di Inzaghi e anche una maturazione “extra-tattica” dell’allenatore nerazzurro. Il bel gioco – anche se non tutti lo notano – aiuta ma non sempre fa vincere trofei. Piuttosto, la gestione della partita e soprattutto dello spogliatoio fa la differenza. La differenza che da due anni manca all’Inter: arrivare a Istanbul e tornare a Milano a mani vuote fa male ma ci può stare. Perdere lo Scudetto a Milano non ci sta più, Inzaghi lo sa bene.

La crescita di Inzaghi con e per la nuova Inter


TRIPLO STEP – Per far sì che l’Inter di Inzaghi superi i suoi limiti bisognerà lavorare su tre aspetti. In ordine: 1. le rotazioni strategiche. Far passare il messaggio che la rosa sia più forte e lunga rispetto alla passata stagione è corretto fino a un certo punto. Un concetto limitante perché vero solo parzialmente. Inzaghi non ha doppioni dei tre titolari fondamentali nei rispettivi reparti: Alessandro Bastoni in difesa, Hakan Calhanoglu a centrocampo e Lautaro Martinez in attacco. Vedere l’Inter senza uno di questi tre è un’incognita e, nel caso in cui ne mancassero due o addirittura tutti e tre, si potrebbe parlare di un’altra squadra. 2. Gli scontri diretti. Aver migliorato la rosa completando le opzioni dalla panchina come alternative ai titolari dovrà dare i suoi frutti a partita in corso nelle sfide da sei punti, ma con la consapevolezza che non entreranno mai profili “spacca-partita” stile Marcelo Brozovic e Romelu Lukaku come nella prima parte del 2023. Il Derby di Milano nel weekend è la prima occasione utile per trovare i correttivi migliori. 3. La pressione mediatica. Dopo due scudetti non vinti, al terzo anno è impensabile “congelare” la competizione più lunga per concentrarsi sugli scontri dentro-fuori delle coppe, dove già ripetersi sarà difficilissimo (figuriamoci migliorare…). Se la vetta in Serie A dovesse allontanarsi troppo presto come un anno fa, sarebbe dura terminare la stagione senza danni. Questa è la vera missione oggi ad Appiano Gentile: migliorare un’Inter che sembra difficilmente migliorabile dopo tre partite. E invece Inzaghi non ha ancora fatto nulla di ciò che è nelle sue potenzialità.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale


Se sei un interista vero, allora non puoi fare a meno di entrare nella famiglia Inter-News.it diventando a tutti gli effetti un membro attivo del nostro progetto editoriale! Per farlo basta semplicemente compilare il form di iscrizione alla nostra Membership - che è rigorosamente gratuita! - poi a contattarti via mail per darti tutte le istruzioni ci penseremo noi dopo il ritiro della INs Card personale! E se nel frattempo vuoi chiederci qualsiasi cosa, non perdere altro tempo: contattaci direttamente attraverso la pagina dedicata, che puoi raggiungere dal nostro sito come sempre con un click.


Articoli correlati

Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato!

Abbiamo notato che sta usando un AdBlocker. INTER-NEWS.IT sostiene spese ingenti di personale, infrastrutture tecnologiche e altro e disabilitando la pubblicità ci impedisci di guadagnare il necessario per continuare a tenerti aggiornato con le notizie sull\\\\\\\\\\\\\\\'Inter. Per favore inserisici il nostro sito nella tua lista di esclusione del tuo AdBlocker.

Grazie.