PagellePrimo Piano

Inter-Monaco, pagelle: Onana si riscatta, 7! Asllani top, Gosens impalpabile

Inter-Monaco termina 2-2. La squadra di Inzaghi rimonta il doppio svantaggio e per poco non la ribalta. Si conferma ottimo Asllani, che va anche in gol. Nuovamente male Gosens a sinistra. La nota positiva è Onana tra i pali. Di seguito le pagelle dell’amichevole Inter-Monaco

SAMIR HANDANOVIC 5.5 – Meno brillante rispetto alla prima uscita. All’inizio lo salva il palo, poi non può nulla in uscita sull’uno-due monegasco. La sua partita finisce presto.

– Dal 61′ ANDRÉ ONANA 7 – Chiamato in causa dopo poco più di un quarto d’ora, dice no prima a Minamino e poi a Gelson Martins, da posizione ravvicinata. Ed è una doppia parata di grande livello. Riscatta l’errore del debutto.

Inter-Monaco, pagelle – DIFESA

MATTEO DARMIAN 5.5 – Si applica nel ruolo di terzo destro ma non basta. Nel primo tempo partecipa ai buchi difensivi che mandano in rete il Monaco. Si sacrifica arrivando fino al triplice fischio finale: è l’unico a giocare tutta la partita.

DANILO D’AMBROSIO 5.5 – Pericoloso in attacco (di testa), pericoloso in difesa (con tutto il corpo). Non può guidare la linea a tre e non è certo una novità. Emergenza finita?

– Dal 61′ STEFAN DE VRIJ 6 – Rientra con pochi allenamenti nelle gambe per ridare equilibrio in difesa nel finale. Voto politico.

FEDERICO DIMARCO 5.5 – Meglio quando si allarga a mo’ di esterno a tutta fascia che da centrale mancino. Scalda il piede sul lungo periodo dopo una punzione calciata alle stelle.

– Dal 61′ ALESSANDRO BASTONI 6 – Vedi de Vrij.

Inter-Monaco, pagelle – CENTROCAMPO

RAOUL BELLANOVA 5.5 – Non è ancora al top della forma e si capisce dall’autonomia. Regge un po’ di più rispetto a Lugano ma senza strafare.

– Dal 61′ DENZEL DUMFRIES 6 – Particolarmente abbottonato in difesa. Nonostante lo stato di forma, si fa notare subito per uno strapotere fisico spaventoso.

ROBERTO GAGLIARDINI 5.5 – Il voto non è la riproposizione del numero di maglia prima e dopo il punto, bensì la media tra la prestazione in mezzo al campo (4) e il gol da rapace in area di rigore (7). Potrebbe fare molto – davvero molto – di più nel suo ruolo.

– Dal 61′ NICOLÒ BARELLA 6.5 – Subito in palla: vacanze rigenerative? In mezzo al campo oscilla da destra verso sinistra e non disdegna la giocata di qualità. Devono atterrarlo con le cattive per fermarlo. Spreca il pallone del 3-2 a tempo scaduto.

KRISTJAN ASLLANI 7.5 (TOP) – La regia è sua ma non solo per l’assenza di Brozovic. Suoi anche i calci d’angolo: nuovamente perfetto quello che porta al 2-1. Già a Lugano si era notato in questa veste. E prima di uscire dal campo trova anche un bellissimo gol da incursore. Il primo in maglia nerazzurra. Centrocampista totale. Il migliore.

– Dal 61′ MARCELO BROZOVIC 6 – Rientra in campo addirittura con la fascia da capitano. Si fa notare più per la libertà nelle giocate che per l’ordine in cabina di regia.

HENRIKH MKHITARYAN 5.5 – Cresce solo leggeremente in intensità e un po’ di più in qualità. Prova la giocata in verticale con fortuna alterna. Non ha ancora recuperato.

ROBIN GOSENS 5 (FLOP) – Sottotono. Non sta benissimo ed è evidente. Sulla fascia sinistra è un fantasma e, quando ha la palla, preferisce servirla dietro anziché affondare. Esce nell’intervallo per evitare ricadute. Bisogna aspettarlo ancora. Il peggiore.

– Dal 46′ VALENTINO LAZARO 6 – Al momento sembra essere il primo cambio sulla fascia sinistra. Il che riassume benissimo lo stato di emergenza dell’Inter dopo dieci giorni di ritiro estivo. E nonostante ciò, fa il suo.

Inter-Monaco, pagelle – ATTACCO

ROMELU LUKAKU 6.5 – I movimenti spalle alla porta sono i suoi. Quelli che sono mancati nell’ultima stagione. A livello atletico-fisico, però, è ovviamente molto indietro. Ottima l’ultima azione in coppia con Lautaro Martinez prima di uscire: Asllani ringrazia.

– Dal 61′ EDIN DZEKO 5 – La motivazione legata alla condizione fisica post-vacanze è l’unica possibile per giudicare una mezz’oretta preoccupante. Il ruolo di vice-Lukaku gli andrà a genio?

LAUTARO MARTINEZ 7 – Il più pericoloso in attacco e in generale. La traversa gli nega il solito eurogol estivo della sua carriera. Ci prova in tutti i modi, giocando più per gli altri che per se stesso.

– Dal 61′ JOAQUIN CORREA 5.5 – Come Dzeko, mezz’ora finale rivedibile per una punta che deve tenersi stretto il posto in panchina. Meno preciso rispetto a Lugano.

Il voto dalla panchina – ALLENATORE

INZAGHI 6.5 – Costretto a impostare una difesa a tre con tre terzini reiventati centrali, chiedergli più del pareggio contro l’ottimo Monaco è troppo. Lo 0-2 è un doppio regalo di una difesa che non ha motivo di esistere, al di là del mercato. Test che vale probabilmente anche meno rispetto a quello di Lugano, ma reazione più che interessante. Tra una settimana in campo finalmente avrà a disposizione la formazione-tipo o qualcosa di simile…?

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh