Analisi tatticaPrimo Piano

Inter-Sassuolo: Conte tradito dai suoi, 3 gol regalati e n errori! Skriniar alto

L’Inter si allontana dal sogno tricolore con un rocambolesco 3-3 contro il Sassuolo. Doppio ribaltone, le firme di Lukaku (rigore), Biraghi e Borja Valero non bastano per aggiungere altri tre punti alla classifica. Il turnover di Conte non premia la squadra nerazzurra proprio perché i singoli (titolari e subentrati) riescono a sbagliare la qualsiasi. Paradossalmente, il “migliore” (Skriniar) termina la partita espulso. Ecco l’analisi tattica di Inter-Sampdoria

PRESENTAZIONE PRE-PARTITA

FORMAZIONE – Ecco l’undici di partenza scelto da Conte per affrontare il Sassuolo: Handanovic; Skriniar, Ranocchia, Bastoni; Moses, Gagliardini, Borja Valero, Biraghi; Eriksen; Lukaku, Sanchez.

Inter-Sassuolo Formazione ufficiale
Inter-Sassuolo Formazione ufficiale

MODULO – Altro 3-4-1-2 iniziale per l’Inter di Conte, che sceglie di lanciare dal 1′ metà dei suoi panchinari. Ranocchia guida la difesa, Borja Valero in cabina di regia e Sanchez spazia in avanti. Forze fresche anche sulle fasce. In pratica in campo non va l’Inter, ma una squadra a cui viene chiesto di imitare l’undici titolare nerazzurro.

RESOCONTO PARTITA

PRIMO TEMPO – Inizio subito in salita per l’Inter. Al 4′ inspiegabile buco difensivo che manda in porta Caputo, dimenticato dalla coppia Ranocchia-Bastoni dopo il blackout della linea mediana sull’assist-man Djuricic. Si cerca di non guardare il tabellino per approcciare come se fosse ancora 0-0. Borja Valero detta i tempi in cabina di regia e forse anche per questo i ritmi sono blandi, tranne quando Moses accelera sulla destra, anche grazie alla posizione più alta e aggressiva di Skriniar. L’Inter copre male il campo, rischiando ogni volta che subisce un contropiede del Sassuolo. Per assurdo, le migliori azioni vengono costruite quando Moses e Biraghi sono costretti a invertirsi sulle fasce. Dopo la mezz’ora inizia a vedersi un minimo di costruzione ma, pur arrivando sul fondo, i palloni messi in area non trovano mai l’uomo libero per creare pericoli a Consigli. Al 40′ Skriniar prende il tempo a Boga, che lo atterra in area, e al 41′ Lukaku su rigore spiazza magistralmente Consigli per il pareggio. Il pareggio carica la squadra di Conte, sempre proiettata all’attacco. Al 46′ Biraghi affonda sulla sinistra e trova la rete sfruttando al meglio il suggerimento di Sanchez, che trova il tocco giusto dopo un’azione caotica. Il primo tempo termina 2-1: reazione tardiva ma concreta dell’Inter, che sul gong ribalta lo svantaggio immediato.

SECONDO TEMPO – La ripresa si apre senza cambi e con un atteggiamento simile a quello iniziale. Poche idee e costruzione macchinosa. Al 54′ primo cambio per l’Inter: fuori Ranocchia, dentro de Vrij. Staffetta al centro della difesa, apparsa troppo sofferente fin da subito. Al 62′ doppio cambio per Conte: fuori Eriksen e Sanchez, dentro Agoumé e Lautaro Martinez. Il classe 2002 francese si piazza nel ruolo di mezzala sinistra con Borja Valero regista basso, si passa al 3-5-2 con l’argentino spalla di Lukaku. La partita svolta negativa al 64′, quando Gagliardini spara clamorosamente sulla traversa a porta vuota e lascia tutti senza parole. Al 75′ ultimo doppio cambio per l’Inter: fuori Biraghi e Moses, dentro Young e Candreva. Conte rinnova le fasce per il finale. All’81’ Berardi supera Handanovic su rigore, assegnato per la seconda ingenuità del neo entrato Young. Successivamente succede di tutto. All’84’ gol annullato a Lukaku per fuorigioco, poi all’86’ Borja Valero segna con un tap-in su punizione di Candreva. E all’88’ Magnani, dimenticato dalla difesa dell’Inter, segna a porta vuota. Incredibile. Al 93′ doppio giallo Skriniar, che lascia la squadra in dieci nel 2-5-2 finale (come da immagine sotto allegata, ndr). Il secondo tempo termina 3-3: prestazione inspiegabile, sia all’inizio sia alla fine.

Inter-Sassuolo Formazione finale
Inter-Sassuolo Formazione finale

CONSIDERAZIONI POST-PARTITA

PROTAGONISTA – Un’immagine vale più di un commento, ovviamente negativo dopo la prestazione offerta dal peggiore tra i peggiori: Young. Entra e causa un mezzo rigore (non dato). Non contento, ne causa un altro pieno (dato). Arriva il pareggio del Sassuolo, anche se Conte lo mette in campo per cercare di mettere in salvo il risultato dell’Inter. Dal possibile 3-1 (mancato da Gagliardini) al 2-2 (regalato da Young), la partita si snatura. E il 3-3 è una conseguenza del caos creatosi nel finale. L’esterno inglese ci mette la sua firma, purtroppo. Sciocco.

COMMENTO – Dopo Inter-Sampdoria, Conte fa turnover per risparmiare energie in vista della trasferta di Parma. Ragionamento che ci sta. Ma se in Inter-Sassuolo prendi un punto e ne lasci due, tutto ciò non serve. Vuoi provare a lottare alla pari per lo scudetto, ma esci alla prima curva perché i pezzi di ricambio usati non sono all’altezza. E la monoposto in questione non può gareggiare dopo l’incidente di Napoli e i guasti tecnici rimediati direttamente al box. Questo è il riassunto del 3-3, poi ci sono gli errori individuali (troppi). La traversa presa da Gagliardini è denuncia. L’ingresso in campo di Young (graziato la prima volta, punito la seconda) è criminale. Handanovic immobile preoccupa. Candreva in contropiede riesce a fare anche peggio. Sbagliano davvero tutti, da Ranocchia a Lautaro Martinez. Anche Conte, quindi. Ma non può fare miracoli con questa rosa, si sa. Ancora di più dopo gli ultimi infortuni. Gira tutto male, come dimostrato dal rosso a Skriniar, arma tattica utilizzata più in attacco che in difesa. Inter-Sassuolo estromette ufficialmente la squadra nerazzurra dalla lotta scudetto: qualora dovesse rientrare in corsa, sarebbe un regalo (immeritato) fatto da altri. Basta illudersi e sperare, forse è arrivato il momento di assumersi le proprie responsabilità e reagire.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale

Articoli correlati

Back to top button

Rilevato Ad Block

Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, e si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.