FocusPrimo Piano

Sensi presente a metà servizio non basta: dati drammatici da jolly Inter

Sensi c’è ma non si vede all’Inter. E se la prima affermazione non è per niente scontata, la seconda esiste anche in seguito a un cambio di gerarchie che non lo vede coinvolto. Il jolly offensivo di Inzaghi resta ai margini del progetto tecnico-tattico nerazzurro nonostante tutto

ALTRO CHE CONTAGOCCE – La presenza di Stefano Sensi nella rosa dell’Inter nella prima parte di stagione non rappresenta un valore aggiunto. Anzi, il numero di presenze del centrocampista classe ’95 è fermo a uno. Gli 8 minuti più recupero di Cagliari-Inter, risalenti al 28 agosto, valgono zero. Per il resto, Sensi è presente nella lista dei convocati in Serie A cinque volte su dieci. Vale a dire il 50% delle volte possibili. Nessuna convocazione in Champions League, competizione in cui Simone Inzaghi non può schierare il suo “nuovo” numero 5 in quanto fuori dalla lista. Va anche detto che in due delle prime tre partite del Gruppo D non sarebbe stato comunque a disposizione per infortunio. Ciò significa che finora Sensi si è reso disponibile anche per meno della metà delle partite stagionali dell’Inter. E in occasione di Atalanta-Inter può “pareggiare” i conti. Problema o risorsa? I dati drammatici non mentono… ma non bastano mica.

Sensi c’è ma non si vede all’Inter

JOLLY AI MARGINI – La risposta è nelle scelte di Inzaghi più che nelle prestazioni di Sensi. Il ruolo di backup di Henrikh Mkhitaryan in Italia, lasciando all’alter ego Davy Klaassen la medesima funzione in Europa, è più che secondario. Inzaghi a fatica rinuncia al classe ’89 armeno. E quando lo fa può contare su Davide Frattesi come prima opzione ma anche su Kristjan Asllani, che sta scalando le gerarchie in mezzo al campo. A Sensi finora restano le briciole, più di Lucien Agoumé (4′ più recupero) ma meno dello stesso Klaassen (73′ più recupero). Pochissima considerazione a centrocampo. Assolutamente zero considerazione nonostante l’emergenza in attacco, che fa riflettere. Così non ha senso continuare insieme fino a giugno né gennaio: se Sensi può essere un jolly offensivo per l’Inter di Inzaghi – quando disponibile – che jolly sia. In campo, però…

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale


Se sei un interista vero, allora non puoi fare a meno di entrare nella famiglia Inter-News.it diventando a tutti gli effetti un membro attivo del nostro progetto editoriale! Per farlo basta semplicemente compilare il form di iscrizione alla nostra Membership - che è rigorosamente gratuita! - poi a contattarti via mail per darti tutte le istruzioni ci penseremo noi dopo il ritiro della INs Card personale! E se nel frattempo vuoi chiederci qualsiasi cosa, non perdere altro tempo: contattaci direttamente attraverso la pagina dedicata, che puoi raggiungere dal nostro sito come sempre con un click.


Articoli correlati

Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato!

Abbiamo notato che sta usando un AdBlocker. INTER-NEWS.IT sostiene spese ingenti di personale, infrastrutture tecnologiche e altro e disabilitando la pubblicità ci impedisci di guadagnare il necessario per continuare a tenerti aggiornato con le notizie sull\\\\\\\\\\\\\\\'Inter. Per favore inserisici il nostro sito nella tua lista di esclusione del tuo AdBlocker.

Grazie.