EditorialiPrimo Piano

Liverpool-Real Madrid è la finale che non giustifica l’Inter di Inzaghi seconda

Liverpool-Real Madrid è l’attesissima Finale di Champions League. Un’altra finale della massima competizione internazionale che non parlerà italiano, eccezion fatta per uno dei due allenatori. Si tratta di Ancelotti, che gli oltre quindici anni in più di Inzaghi li fa pesare notevolmente alla voce esperienza. Ma la buona stagione dell’Inter in Europa non deve distrarre da ciò che succede in Italia, nonostante sia ormai tardi per rimediare…

LA FINALE MIGLIORE – Sabato 28 maggio 2022, a partire dalle ore 21:00, il mondo del calcio si fermerà per assistere all’evento della stagione. Della stagione ma non dell’anno, visto che domenica 18 dicembre è prevista la Finale dei Mondiali di Qatar 2022 (senza l’Italia…). Tra poco più di tre settimane, invece, è in programma la Finale di UEFA Champions League 2021/22 presso lo Stade de France di Saint-Denis, in Francia. A contendersi il trofeo internazionale più ambito saranno gli inglesi del Liverpool e gli spagnoli del Real Madrid, tanto per cambiare. A seguire con normale interesse, ma solo da spettatori, tutti i club italiani. Compresa l’Inter di Simone Inzaghi, che ha affrontato due volte entrambe le finaliste. Prima il Real Madrid, nel Gruppo D della fase a gironi. Poi il Liverpool, agli ottavi di finale. Risultati? 0-1 a Milano, 2-0 a Madrid (con Nicolò Barella espulso al 64′). 0-2 a Milano, 0-1 a Liverpool (con Alexis Sanchez espulso al 63′). Nel primo caso, il Real Madrid di Carlo Ancelotti si qualifica come primo del girone con l’Inter seconda. Nel secondo caso, il Liverpool di Jurgen Klopp si qualifica ai quarti di finale con l’Inter fuori. Poteva andare diversamente? Forse sì, probabilmente no. Le belle prestazioni internazionali fanno sempre piacere, ma valgono poco senza trofei. E gli episodi fanno la differenza, specie in 180′.

Liverpool-Real Madrid-Inter non è un triangolare

L’OBIETTIVO REALE – In un universo parallelo, senza l’espulsione di Barella, l’Inter batte il Real a Madrid e passa come prima del girone. O comunque, a prescindere dagli accoppiamenti prima-seconda, senza l’errore di Nyon, l’Inter trova l’Ajax anziché il Liverpool e passa il turno. Oppure, in ogni caso, con Barella a disposizione nella doppia sfida e senza l’espulsione di Sanchez, l’Inter elimina il Liverpool e vola ai quarti. E poi se la vede con il Benfica, pregustando le semifinali. E via dicendo. Tutto bello ma non è la realtà. Lo sa l’Inter, lo sa Inzaghi. Il percorso europeo dell’Inter si è arrestato agli ottavi contro il Liverpool per diversi motivi. E se sarà il Liverpool a giocarsi la finale, proprio contro il Real Madrid, i motivi sono più banali di ciò che si possa pensare. La maturità internazionale non può essere raggiunta in 90′, dopo un decennio di fallimenti in giro per l’Europa. Quanto fatto dall’Inter di Inzaghi in Champions League è da apprezzare, ma finisce lì. Buttare al vento lo Scudetto in un mese di passi falsi resta. E resta un problema, forse irrisolvibile. L’Inter costretta a rincorrere il Milan in Serie A è un bug nella stagione nerazzurra. Come l’aver perso “quel” Derby di Milano (vedi editoriale). E non c’è statistica positiva o sconfitta “a testa alta” che tenga, nemmeno contro Liverpool e Real. La finale Liverpool-Real Madrid può esaltare l’ottimo lavoro fatto fin qui da Inzaghi, ma non giustifica il secondo posto dell’Inter in Italia. I tre punti di Inter-Empoli devono essere la realtà, oggi.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh