Primo Piano

Vecino: «Da Inzaghi mi aspettavo altro! Potevo lasciare prima l’Inter»

Vecino ha annunciato stasera di lasciare l’Inter a scadenza di contratto (vedi articolo). Parlando alla trasmissione Ultimo al Arco, sulla radio uruguayana Sport 890, il centrocampista segnala come avesse parlato con Inzaghi l’anno scorso pensando a un impiego diverso.

IN PARTENZAMatias Vecino sta per lasciare l’Italia, chiusi gli impegni con l’Inter: «Sono a Milano, sto preparando i bagagli e domani partirò per gli Stati Uniti. Poi, il giorno dopo, il primo allenamento con l’Uruguay. Quando arriva la nazionale la metto sempre davanti a tutto il resto, poi ci sarà il tempo per le vacanze. Questo è stato l’anno dove ho giocato meno, dove ho avuto meno minuti. A inizio stagione la mia idea era un’altra, avevo parlato con l’allenatore e il club. La situazione contrattuale era nota, ma è normale sapere che in questi casi uno viene un po’ messo da parte. Avevo però parlato col tecnico e mi aspettavo un altro tipo di partecipazione: questa è la realtà».

NUOVA ESPERIENZA – Vecino parla della prossima destinazione: «A inizio anno il nuovo allenatore dell’Inter aveva detto di contare su di me. Ero contento, poi a gennaio era difficile andare via essendo in scadenza. Sapevo che la cosa migliore per me era aspettare fine stagione e vedere, così ho fatto. La Lazio? Mi ha sorpreso leggerne sulla stampa, non ho parlato con nessuno. Ho un grandissimo rapporto con Maurizio Sarri, ma ora penso alla nazionale. Ci sono proposte dall’Italia e da fuori: vedremo con la mia famiglia quale sarà l’opzione migliore. Sono aperto a varie possibilità, non mi fermo solo su un determinato campionato. Dipende dal progetto che c’è nei miei confronti, analizzerò bene qual è quello che mi conviene di più per prendere la migliore decisione in tranquillità. Quando sceglierò? All’inizio del precampionato: vorrei iniziare da zero, è da tanti anni che non ne faccio uno completo per vari motivi».

LE OFFERTE – Vecino non vuole svelare dove giocherà dopo l’Inter: «Sono tutte dall’Europa, dalle leghe principali. Ci sta pensando il mio agente, ma voglio rimanere al livello competitivo più alto: è quello che cerco. Dall’Inghilterra? Sì, anche da lì. Dalla Spagna? Dalle principali leghe. Mi sono fatto un nome qui in Italia, è una cosa che serve. Dopo la pandemia molti club sono attratti dai giocatori in scadenza di contratto, anche questo aiuta. Sceglierò chi credo che mi possa far stare bene, dare continuità e farmi sentire importante. Finire in Europa? Nel calcio non si sa mai, non posso chiudere le porte. L’Inter? Dopo aver vinto il campionato pensavo che potesse essere il momento di cambiare un ciclo. È arrivato Simone Inzaghi, stavo preparando la Copa América e mi ha chiamato due volte per dirmi che contava su di me. Parole belle, sincere: mi aspettavo un’altra quantità di minuti».

IL CAMPIONATO – Vecino dà un giudizio della Serie A: «Le squadre italiane non sono al livello delle principali europee, ma stanno migliorando. Quest’anno abbiamo fatto bene contro Liverpool e Real Madrid, che sono in finale di Champions League: non c’è stata tanta differenza. Possono esserci cammini più semplici o difficili, ma era un’occasione per crescere. In Italia c’è stato negli ultimi anni, con Inter e Milan tornate a competere così come Napoli e Roma. Sono squadre storiche, con tanti tifosi al seguito e grande passione. Vedo bene il calcio italiano».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh