Mondo Inter

Onana: «Non ero portiere! Ho parlato con Eto’o dell’Inter. La squalifica…»

L’Inter ha ufficializzato i primi di luglio André Onana. Il portiere arriva da svincolato dopo l’esperienza all’Ajax. A Dazn Italia ha rilasciato una lunga intervista (qui la prima parte). 

CONSIGLIO – Onana è stato raggiunto dai microfoni di Dazn nel ritiro di Appiano Gentile. Ecco la seconda parte della sua intervista. «Questi primi giorni sono andati bene, ho appreso molto. Sono contento di esser qui, in questo club molto vicino ai giocatori. Tutto sta andando benissimo. Sono stato a Barcellona e Amsterdam e stando qui ho notato che ci sono cose diverse ma anche altre che sono molto simili alla Spagna. Quello che cambia di più? Per me l’allenamento dei portieri e qui mi sta piacendo parecchio. Qui si vede il calcio in modo diverso, c’è un’altra forma di pensiero e io credo che questo mi aiuterà molto. L’Inter è un grande club. Dal momento in cui ho parlato con Ausilio, fin da subito mi ha dato la sua parola e l’ha mantenuta. Il discorso che mi ha fatto mi ha toccato e sono stato molto contento. Conoscevo già l’Inter perché Eto’o ha giocato qu, ho parlato con lui prima del trasferimmo e ha detto: “André l’Inter è il club giusto per te. E’ un club con molte ambizioni e che punta sempre a vincere e visto che tu sei un vincente credo sia il club giusto per te”».

RUOLO – Il ruolo del portiere è cambiato molto e Onana ne parla così. «Sbagliato dire che le mani contano quanto i piedi? No, non è sbagliato perché negli ultimi vent’anni è il ruolo che è cambiato di più, perché ora secondo me i portieri moderni si assiemo, più rischi, sia con i piedi sia con le mani uscendo dalla loro zona di comfort. Però ogni portiere è differente, ogni persona è differente e ogni squadra ha la sua storia, il suo modo di giocare e a partire da questo sceglie il suo portiere più adatto. Credo di essere un portiere che si assume parecchi rischi, mi piace uscire e giocare con i piedi e vedendo come giocano i miei compagni credo di essere arrivato nel club giusto per me, per imparare e per crescere e migliorare, sia come uomo sia come portiere. Noi portieri dobbiamo prendere delle decisioni a voglie sbaglio, devi decidere se uscire oppure noma questo fa parte della crescita. Però la cosa più importante è riconoscere le situazioni e naturalmente con la qualità che abbiamo davanti, con Lautaro Martinez, Correa, io credo che è una fortuna per noi poter contare su questi giocatori e credo che se avrò l’opportunità proverà a giocare direttamente con loro». 

INIZI – Onana poi svela che all’inizio non era un portiere. «Ho iniziato come giocatore di movimento e ho cambiato ruolo perché mio fratello maggiore giocava in porta. In quel momento non volevo essere un portiere perché, come si dice, quando non sei bravo ti mettono a giocare in porta (ride, ndr). Però quando cresci ti reni conto che è un ruolo e una posizione che richiedono molta responsabilità e questo mi piace». 

SQUALIFICA – Onana poi torna a parlare della sua squalifica. «Questi nove mesi sono stati difficili per me, per la mia famiglia e per chi mi conosce. Parliamo di un ragazzo che non ha vizi e che sta passando un momento così difficile, però in realtà è stato il miglior regalo della mia vita perché nei momenti difficili si apprende molto e io ho imparato tantissimo rendendomi conto delle difficoltà della vita e ho imparato che la vita o il calcio non è solo uello che viviamo in campo, è tante altee cose al di fuori del campo che non dipendono da noi e rimani solo e la gente cambia nei tuoi confronti, alcuni amici se ne vanno quando le cose non vanno bene. Io credo che quello che mi è successo sia stato utile. Ripeto da quando gioco a calcio è la cosa migliore che mi sia capitata perché ho imparato tanto come uomo.e ora riesco ad apprezzare di più chi mi sta accanto e mi è sempre stato vicino., sia nei momenti brutti che in quelli belli. Questa per me è la cosa più importante». 

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Detected!!!

We have detected that you are using extensions to block ads. Please support us by disabling these ads blocker.

Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock