Esclusiva Inter-News.itPrimo Piano

ESCLUSIVA IN – Mandorlini: «Inter, Skriniar difficile da sostituire come Koulibaly! Gosens…»

Andrea Mandorlini parla in esclusiva ai microfoni di Inter-News.it in vista della stagione che sta per iniziare ufficialmente. Tra i temi affrontati con l’ex difensore nerazzurro il futuro di Skriniar e il pre-campionato dell’Inter. Una piccola considerazione anche per la nuova carica societaria assegnata a Ferri, amico e compagno di reparto ai tempi. Infine, un commento su Gosens e sulle squadre favorite per lo Scudetto in Serie A. Di seguito l’intervista esclusiva a Mandorlini

Mandorlini, partiamo dalla situazione Milan Skriniar: secondo lei alla fine resterà all’Inter?

Io penso che a questo punto Skriniar rimarrà in nerazzurro. È un giocatore molto forte. Tra i migliori in Italia e non solo. Dopo che è sfumato Gleison Bremer, credo che l’Inter vorrà tenere Skriniar. Si parla anche di un rinnovo di contratto. Quindi le possibilità che rimanga sono alte.

E nel caso di addio, quale sarebbe il giocatore più adatto per sostituirlo? Le piace Nikola Milenkovic?

Skriniar diventa molto difficile da sostituire perché, come detto, è uno dei migliori difensori in circolazione. Milenkovic è un buon profilo ma trovare un sostituto ideale per Skriniar è quasi impossibile. Skriniar per l’Inter vale come Kalidou Koulibaly al Napoli.

Bremer è stato a un passo dall’Inter ma alla fine ha scelto la Juventus. Secondo lei la società avrebbe dovuto fare maggiori sforzi per provare a prenderlo?

Bremer alla fine ha scelto la Juventus. Io credo che la società non abbia affondato il colpo per il giocatore brasiliano perché aspettava prima di capire la situazione legata a Skriniar. Bremer aveva un accordo con l’Inter ma poi ha scelto di andare alla Juventus anche per una questione economica, in quanto gli offriva di più.

Mandorlini, lei ha commentato l’Inter per Sportitalia contro il Monaco, pareggiata 2-2. Sta seguendo, dunque, il pre-campionato della squadra di Simone Inzaghi. Dove può ancora migliorare l’Inter?

Le amichevoli pre-campionato sono importanti relativamente. Perché ancora le squadre sono in rodaggio. E alcuni giocatori sono anche un po’ fuori condizione. Dell’Inter mi viene in mente Robin Gosens. Io ho commentato quella contro il Monaco e si è notato. Ma le amichevoli lasciano il tempo che trovano. Credo che già da sabato contro l’Olympique Lione, però, il livello dell’Inter si alzerà maggiormente.

A proposito di Gosens. Ce la farà a non far rimpiangere Ivan Perisic?

A Gosens hanno consegnato, tra le mani, le redini della fascia sinistra. Deve ritornare di condizione perché non è ancora al top della forma. Gosens è arrivato a gennaio e credevo potesse giocare molto di più, ma Perisic è stato devastante! E gli ha dato pochissimi margini di spazio. Ora il titolare è Gosens, che dovrà meritarsi la fiducia dell’Inter.

Dualismo in porta tra Samir Handanovic e André Onana. Mandorlini chi farebbe giocare titolare?

Mi pare giusta la scelta di Inzaghi. Handanovic dovrà partire titolare con Onana da secondo. Lo sloveno ha più esperienza e può aiutare nella sua crescita l’ex Ajax. Credo che l’Inter si sia mossa molto bene sul mercato da questo punto di vista.

Una considerazione su Riccardo Ferri, da poco nuovo Team Manager dell’Inter. Che ne pensa? È l’uomo giusto per coprire questo ruolo?

Gli ho fatto i miei complimenti e un grande in bocca al lupo. Se lo merita! Riccardo è un professionista serio. Oltre a essere una grande persona. Il nuovo ruolo è perfetto per lui perché conosce l’ambiente: sa che significa l’Inter! Sicuramente potrà portare tanto alla causa.

Mandorlini, qual è la miglior difesa del campionato adesso?

L’Inter si è rinforzata dal mercato, questo è sicuro. Ne è uscita bene in tutti i reparti. Specialmente in attacco con il ritorno di Romelu Lukaku. Il belga forma con Lautaro Martinez uno dei migliori attacchi del campionato. In difesa l’Inter era già molto forte. Se rimarrà anche Skriniar si riconfermerà come una delle più attrezzate del nostro campionato. Anche a centrocampo la squadra è messa bene. Kristjan Asllani si sta dimostrando un buon giocatore ma rimane comunque il sostituto di Marcelo Brozovic. Il centrocampo titolare dell’Inter sarà composto sempre dai soliti tre: Niccolò Barella, Brozovic e Hakan Calhanoglu.

Ultima domanda: c’è una squadra favorita in Serie A per Mandorlini?

Io metto sempre le solite tre: Inter, Milan e Juventus. L’Inter ha fatto un ottimo mercato e, dopo il mancato Scudetto dello scorso anno, vorrà riscattarsi. Il Milan è campione in carica e quindi farà di tutto per difenderlo. Non sarà facile! La Juventus sarà una rivale molto combattiva: il suo è stato un mercato molto positivo. Dietro Napoli e Roma, che sono quasi di pari livello.

Si ringrazia Andrea Mandorlini per la disponibilità mostrata nell’intervista.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh