Olivari: “Spalletti, poche possibilità di restare all’Inter! Conte vuole due top”

Articolo di
16 aprile 2019, 22:00
Stefano Olivari

Stefano Olivari, Direttore di “Indiscreto” e tifoso interista, in un suo articolo per il sito stesso ha affrontato il tema allenatore in casa Inter commentando le parole di Giuseppe Marotta nella giornata di ieri (QUI per rileggerle): dalle possibilità di conferma di Luciano Spalletti al sogno di Giuseppe Marotta Antonio Conte

IL DUELLO – Di seguito i passaggi salienti dell’articolo di Stefano Olivari: “Luciano Spalletti allenerà l’Inter anche la prossima stagione. Così qualcuno ha interpretato le parole di Giuseppe Marotta a ‘RadioRai’, in realtà il classico dire e non dire per tenersi aperte tutte le porte. […] Detto che noi Spalletti lo confermeremmo, a maggior ragione con dirigenti che accettano serenamente la superiorità politica e sportiva della Juventus, nella nostra miseria di origliatori ci sentiamo di dire che le possibilità che Spalletti rimanga all’Inter sono poche, anche con la qualificazione in Champions League da terzi. Fra le altre cose a Marotta e anche a Steven Zhang, per quello che ne capisce, non è piaciuta la sua ‘terza via’ nella gestione del caso Mauro Icardi (gestione successiva alla vicenda della fascia, in cui anche Spalletti aveva le sue colpe), utile a compattare lo spogliatoio ma molto meno nel tenere a livelli decenti la quotazione di un attaccante che fra cali di forma e assenze non segna un gol su azione da quattro mesi. Non è però calato al punto di scambiarlo con il triste Paulo Dybala attuale, idea gradita a Marotta e che richiama certi cattivi sapori dell’operazione Fredy GuarinMirko Vucinic. A proposito, il futuro di Icardi e Ivan Perisic (il caso del croato meriterà un post a parte) è totalmente svincolato da quello di Spalletti. Tornando all’allenatore, i partiti sono ben delineati: l’amministratore delegato sogna Antonio Conte ben sapendo che Conte non ha ancora deciso nulla e che in ogni caso vorrebbe due acquisti a centrocampo di livello top, con il forte rischio (visto che oggi i soldi li hanno in tanti) di doversi ridurre a strapagare un Luka Modric bollito o qualche pseudo francese che fa sbavare soltanto i nerd da tastiera. La proprietà e diversi sponsor (fra cui la Pirelli) sono culturalmente più per il nome alla José Mourinho, ormai puro marketing anche se con lui si potrebbero vendere i diritti tivù delle conferenze stampa. Qualsiasi altra soluzione sarebbe una sorpresa enorme, anche più di una riconferma di Spalletti secondo noi giusta […]”.

Inter-news.it - Google News Inter-news.it - New Now





ALTRE NOTIZIE