Mondo Inter

Pellizzari: “Caso Icardi da studiare nelle facoltà di Economia! Cambio Inter”

Icardi è sempre nell’occhio del ciclone, visto che non sembra intenzionato a lasciare l’Inter nonostante sia ai margini dal 13 febbraio. Tommaso Pellizzari, giornalista del quotidiano “Il Corriere della Sera”, ha criticato l’attaccante argentino e la società nel corso di “Calciomercato – L’Originale” su Sky Sport.

TUTTI COLPEVOLITommaso Pellizzari trova che l’esclusione di Mauro Icardi sia l’ultimo capitolo di una vicenda incredibile: «È stata la degna conclusione di una storia incredibile che dura da febbraio, e che credo che un giorno verrà studiata nelle facoltà di Economia su come una società e una persona possano distruggere un patrimonio, riuscendo a danneggiare tutti. Le persone hanno danneggiato se stesse e la società ha danneggiato se stessa, non credo di aver mai visto un caso che dura così tanto con un giocatore e una società di questo livello. Sotto qualsiasi aspetto: in primis economico, ma poi c’è l’aspetto anche dell’immagine. L’Inter non esce bene da questa storia e Icardi non esce bene da questa storia, secondo me, nel senso che è vero che l’Inter ha scelto un cambiamento di linea rispetto a determinate morbidezze del passato, ma secondo me si è andati da un eccesso all’altro e i risultati si vedono. Però non è pensabile che finisca in questo modo, perché sarebbe veramente una specie di piccolo suicidio calcistico collettivo, e un trionfo di non senso».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale

Articoli correlati

Back to top button

Rilevato Ad Block

Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, e si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.