Mondo Inter

Orsi: «Prossimo obiettivo di Inzaghi sarà la Champions League!»

Nando Orsi, ex calciatore ed ora opinionista, ha rilasciato una breve intervista su Tuttosport riguardo il percorso di Simone Inzaghi da allenatore.

ALLENATORE – Nando Orsi ha detto: «Simone come suo fratello Pippo aveva una grande curiosità per il lavoro quotidiano e soprattutto conosceva tutti i calciatori, gli allenatori e le squadre. Ma non si fermava ai nomi, Simone aveva un’enorme sete di conoscenza. Sapeva il modo di giocare di ogni calciatore e le tattiche delle varie squadre. Il suo essere giocatore non si fermava all’allenamento, andava oltre. Si informava e questa dote se l’è portata dietro negli anni e l’ha aiutato a diventare allenatore. Poi ha avuto anche fortuna, perché era al posto giusto al momento giusto quando Bielsa ha fatto retromarcia non andando ad allenare la Lazio, ma Inzaghi è stato bravo a cogliere l’opportunità. InterAtalanta? Sì, è un match point, anche se penso che l’Inter, a differenza delle scorse stagioni quando lasciava punti per strada, oggi sia più centrata. Mi sembra assolutamente focalizzata sullo scudetto, il vero obiettivo della società e di Inzaghi. Se dovesse battere l’Atalanta, diventerebbe però davvero difficile pensare a un’Inter che sprechi un vantaggio di dodici punti e alla Juventus che ne recuperi contemporaneamente altrettanti. La stagione dei nerazzurri non mi sorprende a differenza per esempio quella negativa del Napoli. Però non mi aspettavo questo dominio, questo impatto devastante, l’autorità con cui l’Inter, anche cambiando gli interpreti, si impone sugli avversari. Questo è un altro merito di Inzaghi. In questo momento sembra imbattibile».

I prossimi obiettivi di Inzaghi per Orsi

 

OBIETTIVI – Orsi ha poi continuato: «Lo Scudetto è una spilla da appuntarsi al petto, ma deve essere la prima, non la tappa finale. Lo scudetto deve essere una sorta di inizio di un nuovo percorso. Inzaghi ha grandi qualità e capacità. È un allenatore che sa trovare le soluzioni, sa dare motivazioni, dentro lo spogliatoio si fa sentire, tenendo tutti i giocatori sulla corda. Inzaghi, dal mio punto di vista, oggi è il miglior allenatore della Serie A, per il modo in cui l’Inter sta facendo la differenza di partita in partita. Può essere paragonato a Spalletti e Allegri? Non ancora, il percorso è in divenire, è ancora in crescita. Sarebbe ingeneroso nei confronti degli allenatori citati perché c’è una carriera differente alle spalle. Detto ciò, personalmente, credo che un tecnico si possa definire “grande” anche senza trofei. il suo modo di giocare è europeo e lo vedrei bene in Premier perché è un campionato che si sposa col suo modo aggressivo e dinamico di interpretare il calcio. Inzaghi, però, allena una squadra che è fra le prime tre-quattro in Europa e penso si trovi molto bene all’Inter. Anzi, il percorso fatto in Champions la scorsa stagione è servito a dare convinzione a tutti e credo che il prossimo obiettivo, dopo lo scudetto, sia proprio quello di riportare a Milano la Champions».

fonte: Tuttosport – Federico Masini

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale


Se sei un interista vero, allora non puoi fare a meno di entrare nella famiglia Inter-News.it diventando a tutti gli effetti un membro attivo del nostro progetto editoriale! Per farlo basta semplicemente compilare il form di iscrizione alla nostra Membership - che è rigorosamente gratuita! - poi a contattarti via mail per darti tutte le istruzioni ci penseremo noi dopo il ritiro della INs Card personale! E se nel frattempo vuoi chiederci qualsiasi cosa, non perdere altro tempo: contattaci direttamente attraverso la pagina dedicata, che puoi raggiungere dal nostro sito come sempre con un click.


Articoli correlati

Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato!

Abbiamo notato che sta usando un AdBlocker. INTER-NEWS.IT sostiene spese ingenti di personale, infrastrutture tecnologiche e altro e disabilitando la pubblicità ci impedisci di guadagnare il necessario per continuare a tenerti aggiornato con le notizie sull\\\\\\\\\\\\\\\'Inter. Per favore inserisici il nostro sito nella tua lista di esclusione del tuo AdBlocker.

Grazie.