Focus

La Juventus di Allegri è il trionfo della praticità: brutta, ma efficace

La Juventus di Allegri in questa stagione sta elevando la praticità a sistema. La squadra ha come primo obiettivo non prendere gol, e poi per farli punta molto sulle situazioni. Per esempio sui calci piazzati.

TATTICAMassimiliano Allegri ha abituato nella sua esperienza alla Juventus a un costante trasformismo di uomini e moduli. In questa stagione però il tecnico sta puntando con insistenza sul 3-5-2. Un modulo interpretato con idee ben precise: nessun interesse per il possesso palla (la Juventus è dodicesima in A col 48,8%), baricentro basso e ripartenze. Riassumendo, primo non prenderle. Con i calci piazzati come risorsa d’elezione per sbloccare le gare e poi speculare sul risultato (i bianconeri sono primi per gol su piazzati in questo campionato).

STATISTICHEIl secondo posto in classifica della Juventus è dovuto in gran parte alla solidità difensiva. Con 7 gol subiti infatti è la seconda difesa in A. Dietro proprio l’Inter. Ben 7 le partite senza gol al passivo in queste prime 12 di campionato. Come tiri subiti però sono non con 12,2 tiri a gara. Meno efficace l’attacco con 19 gol segnati (5 gol su calcio piazzato, uno su rigore), anche se tiri prodotti i bianconeri sono terzi in A dopo Napoli e Inter. Non avere le coppe al momento non sta segnando un vantaggio fisico per la squadra, che è nona in campionato per km percorsi.

DETTAGLIFederico Gatti da comprimario annunciato è diventato sempre più attore protagonista della difesa della Juventus. È quello che eleva il livello fisico della squadra e in particolare della difesa, trovando anche un gol. Adrien Rabiot è il migliore per rendimento secondo WhoScored, grazie a un rendimento totale. Il francese è quinto per passaggi medi (secondo tra i centrocampisti), terzo per tiri a partita, primo per dribbling, per falli subiti e anche per contrasti e ha messo insieme un gol e 2 assist. Filip Kostic sull’esterno sinistro è una fondamentale risorsa di qualità della Juventus: primo per cross, primo per passaggi chiave, primo per assist della squadra con 4. Federico Chiesa visto anche il contributo con l’Italia è l’uomo più in forma dell’attacco. Non a caso è secondo per tiri a partita, terzo per passaggi chiave, terzo per dribbling, secondo per falli subiti e miglior marcatore con 4 gol.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale


Se sei un interista vero, allora non puoi fare a meno di entrare nella famiglia Inter-News.it diventando a tutti gli effetti un membro attivo del nostro progetto editoriale! Per farlo basta semplicemente compilare il form di iscrizione alla nostra Membership - che è rigorosamente gratuita! - poi a contattarti via mail per darti tutte le istruzioni ci penseremo noi dopo il ritiro della INs Card personale! E se nel frattempo vuoi chiederci qualsiasi cosa, non perdere altro tempo: contattaci direttamente attraverso la pagina dedicata, che puoi raggiungere dal nostro sito come sempre con un click.


Articoli correlati

Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato!

Abbiamo notato che sta usando un AdBlocker. INTER-NEWS.IT sostiene spese ingenti di personale, infrastrutture tecnologiche e altro e disabilitando la pubblicità ci impedisci di guadagnare il necessario per continuare a tenerti aggiornato con le notizie sull\\\\\\\\\\\\\\\'Inter. Per favore inserisici il nostro sito nella tua lista di esclusione del tuo AdBlocker.

Grazie.