Simeone: “L’Inter sembrava la più forte d’Italia, lotta Cagliari. Razzismo…”

Articolo di
2 settembre 2019, 19:22
Giovanni Simeone Cagliari
Condividi questo articolo

Simeone ha appena concluso la conferenza stampa di presentazione da nuovo giocatore del Cagliari, all’indomani della partita che i rossoblù hanno perso contro l’Inter. L’attaccante argentino, come raccolto dall’inviato di Inter-News.it alla Sardegna Arena, ha elogiato i nerazzurri e commentato l’episodio di razzismo che ha avuto come protagonista Lukaku.

UTILIZZO IMMEDIATOGiovanni Simeone ha giocato il secondo tempo di Cagliari-Inter, due giorni dopo essere arrivato in Sardegna dalla Fiorentina: «Ho cercato di fare il più veloce possibile per essere pronto per la partita contro l’Inter. Il mister sapeva che ero pronto, sono molto contento per la prestazione di ieri di tutta la squadra. Ho visto molto entusiasmo, non solo per i giocatori ma anche per lo stadio. Credo che noi, anche se sono passate solo due partite, abbiamo molto entusiasmo. Si vedono le aspettative, si vede che la squadra cresce».

AVVERSARIO DI VALORE – Simeone elogia l’Inter ma anche il Cagliari, ritenendo che la sua nuova squadra se la sia giocata alla pari: «Si è visto nella partita di ieri, ovviamente uno sempre crede che con i grandi giocatori si possono fare grandi cose, però l’importante è combattere ogni partita. Poi i risultati verranno, ma l’obiettivo di ogni partita è dare il massimo. Abbiamo lottato con una squadra come l’Inter, che se vedi la partita scorsa fatta a Milano (contro il Lecce, ndr) sembrava la squadra più forte d’Italia. Noi abbiamo messo in difficoltà una squadra potente, dobbiamo prendere queste cose perché abbiamo lottato fino alla fine e abbiamo cercato di mettere alla prova una squadra che tutti pensano possa vincere lo scudetto».

PUBBLICO – Simeone parla anche dell’episodio di razzismo di ieri in Cagliari-Inter, riguardante Romelu Lukaku: «Se devo dire la verità io quello che è successo ieri (gli ululati razzisti al rigore, ndr) non l’ho sentito. Ovviamente dopo, fra Instagram e i social network, ho visto la situazione che è successa. Magari uno quando è dentro il campo non sente niente, ma anche nel primo tempo che ero in panchina non ho sentito nulla. Sicuramente per le persone che hanno sentito mi dispiace, non deve essere così. Sicuramente quelli che lo hanno fatto sono delle persone ignoranti, non capiscono veramente niente, poi sicuramente sono stati pochi perché se dico che non ho sentito io vuol dire che non sono stati in tanti».


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE