EditorialiPrimo Piano

Inter, ora serve programmazione! La situazione contratti della rosa

Il mercato estivo dell’Inter si è chiuso senza drammi. Adesso però è necessario valutare la situazione contratti della rosa nerazzurra.

ROSA COMPLETA – Gran sospiro di sollievo in casa Inter, dopo la conclusione del calciomercato. Considerando tutte le operazioni in entrata e in uscita, Simone Inzaghi ha una rosa all’altezza degli obiettivi stagionali. Che si traducono in qualificazione in Champions League a fine anno. Tutto ciò che arriverà in più, sarà grasso che cola. Per la bacheca, ma anche per le casse nerazzurre. La rosa nerazzurra è numericamente in grado di sostenere gli impegni della stagione? Certamente. Ma è una rosa futuribile nel medio termine? Assolutamente no. E ora vediamo perché.

Inter, la situazione dei contratti

AGLI ESTREMI – Il reparto portieri paradossalmente non preoccupa molto. Nel 2023 scadranno i contratti di Samir Handanovic e Alex Cordaz. Il titolare del futuro è però già pronto (Andre Onana) e il posto dell’ex Crotone può essere preso da Ionut Andrei Radu, volendo. In attacco la situazione è già più pericolante. Il prossimo giugno scade il contratto di Edin Dzeko (che avrà 37 anni) e terminerà il prestito di Romelu Lukaku. Rimarrebbe quindi solo il duo argentino. Detto che la dirigenza auspica quantomeno nel rinnovo del prestito dell’ex Chelsea, servirà individuare un nuovo profilo al posto del bosniaco. E con una formula solida e affidabile, non l’ennesimo prestito.

BREVE TERMINE – Ma la situazione davvero grave è in difesa. Al netto dei prestiti (Raoul Bellanova) e dei talenti del vivaio (Mattia Zanotti e Alessandro Fontanarosa), a giugno 2023 potrebbero rimanere solo due difensori all’Inter. Ossia Alessandro Bastoni (contratto fino al 2024) e Federico Dimarco (fino al 2026). Il prossimo giugno scadranno infatti i contratti di Milan Skriniar, Stefan de Vrij, Matteo Darmian e Danilo D’Ambrosio. E pure quello di Dalbert Henrique. Se il rinnovo dello slovacco è questione di tempo, lo stesso non può dirsi degli altri. Pertanto è molto serio il rischio di dover ricostruire un intero reparto. Un rischio che la dirigenza e lo staff tecnico (e i tifosi) non possono permettersi.

Inter, è ora della programmazione

INGREDIENTI – Ora che il mercato 2022 si è concluso, Beppe Marotta e colleghi devono iniziare già ora a programmare il mercato 2023. Sembra paradossale, ma è l’unica soluzione per arrivare preparati alla prossima estate. Evitando diversi scenari negativi. In primis, la necessità di dover vendere alcuni elementi dell’undici titolare. Attenzione, la parola “necessità” non è usata a caso. Un conto è ricevere offerte irrinunciabili (vedi quelle per Achraf Hakimi e Romelu Lukaku nel 2021). Invece è un altro vendere elementi fondamentali dell’ossatura nerazzurra, di fronte ad offerte modeste. E poi iniziare a programmare già oggi permette di evitare uscite a parametro zero (se non quelle programmate, come per esempio Dalbert). A costo di rispolverare il reparto scouting, l’Inter deve concentrarsi su profili funzionali al progetto in primis, e poi anche al bilancio. Basta operazioni già programmate per fallire, come Valentino Lazaro e Dalbert (o anche Joaquin Correa, viste le cifre). Meglio seminare oggi per raccogliere domani: un approccio che, se esposto in maniera esplicita e trasparente, sarebbe comprensibile (e compreso) e accettato da tutti.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh