Le curiose dichiarazioni post-partita: qualcuno è d’accordo?

Articolo di
12 Dicembre 2014, 11:45
Condividi questo articolo

Dopo la pessima figura di ieri sera, in cui l’Inter ha salvato la faccia solo grazie all’aiuto dell’assistente dell’arbitro Zelinka, che ha fatto annullare il gol della vittoria (e soprattutto della qualificazione) al Qarabag per un fuorigioco inesistente, ciò che più fa arrabbiare un tifoso sono le dichiarazioni post-partita costruite ad hoc e mai sincere.

Debutta il tecnico Roberto Mancini: “È stata una buona partita, tutti hanno giocato bene, sempre con l’atteggiamento giusto. Ho avuto delle buone risposte da chi ha giocato oggi. Donkor ha fatto benissimo”.

E’ solo un estratto delle dichiarazioni dell’allenatore nerazzurro, ma basta per essere in totale disaccordo: quella di ieri sera è stata una brutta partita, giocata male dall’Inter, con un atteggiamento a tratti rinunciatario. Le riserve hanno dimostrato di non essere minimamente all’altezza dei già modesti titolari, mentre i giovani non hanno brillato. In particolare proprio Donkor, sciagurato dal primo all’ultimo minuto, visto che è stato suo l’autogol, poi annullato, che stava per dare la vittoria agli azeri.

Va bene difendere i propri ragazzi, ma i tifosi non ci cascano.

Tocca poi al capitano di serata, Marco Andreolli: “Stasera abbiamo dato tutto, abbiamo fatto tutti un passo in avanti. Ora però pensiamo a far bene anche in campionato dove dobbiamo recuperare terreno“.

Eh no, caro Marco. Se ieri sera avete dato tutto, significa che non avete niente da dare all’Inter. E se non avete niente da dare all’Inter, significa che la situazione è più preoccupante di quanto sembri. L’Inter contro il Qarabag ha fatto due passi indietro, non uno in avanti. D’ora in poi bisogna tornare a fare bene in campionato (c’è un “anche” di troppo), poi si potrà pensare nuovamente all’Europa League, che va giocata con un approccio diverso. Ieri siamo scesi in campo per non perdere, ma di fatto abbiamo perso: c’è da ringraziare l’arbitro ceco, punto.

Va bene non evidenziare gli aspetti negativi, da buon capitano, ma inventare fantomatici aspetti positivi della serata non sta né in cielo né in terra.

Infine, è il turno del rientrante Danilo D’Ambrosio: “Abbiamo fatto un buon primo tempo, nella ripresa qualche errore di troppo. Questa sera abbiamo dimostrato che abbiamo venticinque titolari”.

Parole pesanti, Danilo. Il primo tempo dell’Inter è stato di una noia assurda, aggravata dall’inoperosità degli avversari. Nel secondo tempo, invece, con gli avversari costretti a cercare e trovare il gol (e c’erano riusciti, meritatamente e regolarmente!), gli errori dell’Inter non sono stati solo troppi, ma semplicemente gravi. L’Inter non è mai entrata in partita, siamo seri. Inoltre la barzelletta dei venticinque titolari è degna del miglior comico da cabaret: l’Inter non solo non ha venticinque titolari, ma fa già fatica a trovarne undici all’altezza. E tutti gli altri, di cui gran parte in campo ieri sera, non sono degni neanche di essere le terze scelte all’Inter, dopo i titolari e i panchinari. La differenza tra titolari e riserve si è potuta notare benissimo contro il Qarabag, inutile prendersi in giro.

Va bene non insultare gratuitamente i propri compagni, ma esaltarli così è oggettivamente insensato.

Thohir, Ausilio, Mancini, Ranocchia e gli altri tesserati sanno che quest’Inter non è all’altezza del suo blasone e solo la mancanza di fondi economici non permette di effettuare una rivoluzione in sede di mercato.

E’ meglio portare alla luce la verità, non è il momento adatto per nascondersi dietro una nuvola di bugie.

I tifosi dell’Inter pretendono rispetto, prima di tutto.


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE