VIDEO – Inter sensazionale nel derby, Milan steso 0-4! Figuraccia Gattuso

Articolo di
29 agosto 2018, 12:00
Diego Milito Milan-Inter

La rubrica del video del giorno sulle partite dell’Inter oggi torna indietro al 2009: il 29 agosto i nerazzurri vincevano un memorabile derby per 0-4 contro il Milan, nell’esordio di Wesley Sneijder che procura l’espulsione di Gennaro Gattuso in mezzo ai gol spettacolari dei compagni.

DERBY DOMINIO – Nove anni fa l’Inter batteva 0-4 il Milan nell’anticipo della seconda giornata di Serie A 2009-2010. I nerazzurri si presentano al derby già due punti sotto i rivali cittadini, vittoriosi 1-2 a Siena all’esordio mentre José Mourinho aveva cominciato pareggiando 1-1 col Bari e perdendo la Supercoppa Italiana per 1-2 a Pechino contro la Lazio. L’inerzia nei primi minuti sembra essere di marca milanista, finché al 29′ sul prato del Meazza avviene un capolavoro: Zanetti-Thiago Motta-Eto’o-Milito-Thiago Motta, sinistro dell’italo-brasiliano e Storari è battuto per una delle migliori azioni corali degli ultimi anni. Passano cinque minuti e Samuel Eto’o si invola verso l’area, Gennaro Gattuso lo tira giù per l’inevitabile calcio di rigore e cartellino rosso per tutti tranne che per Nicola Rizzoli, che inspiegabilmente tira fuori solo il giallo. Dal dischetto Diego Milito trasforma centralmente, Leonardo capisce che le cose stanno girando male per i suoi e manda a scaldarsi Clarence Seedorf, solo che uno dei tanti ex di serata è molto lento a vestirsi e nel frattempo un’entrataccia di Gattuso sul debuttante Wesley Sneijder gli costa la seconda ammonizione e l’inevitabile sacrosanta espulsione. In undici contro dieci non c’è più partita, nel primo dei tre minuti di recupero del primo tempo Douglas Maicon scambia con Milito e davanti a Storari lo batte senza difficoltà, nella ripresa dopo un gol annullato a Eto’o ci pensa Dejan Stanković a chiudere il poker con un destro terrificante da venticinque metri. È da quella sera che si mettono le basi della stagione perfetta, quella del Triplete. Di seguito il video dell’account YouTube “Simone Pizzamiglio”.







ALTRE NOTIZIE