Video

VIDEO – L’Inter con l’Atalanta fa il doppio poker: di gol e di rigori

Le partite storiche dell’Inter: la rubrica sui video del giorno oggi torna indietro all’11 giugno 1989. Già campione da due settimane, la formazione di Trapattoni si diverte contro l’Atalanta in una partita segnata da quattro rigori e sei gol.

CON LO SCUDETTO IN TASCA – Trentuno anni fa l’Inter batteva 4-2 l’Atalanta nella trentaduesima giornata di Serie A 1988-1989. La squadra di Giovanni Trapattoni, già campione d’Italia da due domeniche prima, non si ferma nonostante il titolo conquistato e continua a inanellare record su record in una stagione fantastica. Gli orobici chiudono il primo tempo in vantaggio, gol di Eligio Nicolini, ma vengono travolti nella ripresa anche perché l’arbitro Carlo Sguizzato assegna ben quattro calci di rigore, di cui tre all’Inter. Il primo lo trasforma Lothar Matthaus al 49′, che però si fa respingere la seconda battuta dal dischetto dal futuro interista Fabrizio Ferron. A fissare il 2-1 ci pensa Aldo Serena, con un gran colpo di testa in tuffo al 59′. Subito dopo pareggia l’Atalanta con un altro rigore, dell’attuale tecnico della Primavera Armando Madonna, ma tempo cinque minuti e lo stesso Serena si procura e realizza il quarto tiro dagli undici metri in venti minuti. È Andreas Brehme a chiudere il poker, con un sensazionale calcio di punizione da lontano all’87’. Di seguito il video di Inter-Atalanta dall’account YouTube “inter070”.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale

Articoli correlati

Back to top button

Rilevato Ad Block

Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, e si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.