Wanda avvisa l’Inter: “Icardi aspetta la Juve? No, è fuori! Conte e Zhang…”

Articolo di
25 agosto 2019, 23:26
Icardi Wanda Nara Inter-Sampdoria

Wanda Nara – moglie e agente di Icardi – a “Tiki Taka – Il calcio è il nostro gioco” su Italia 1 continua a parlare del futuro del marito-assistito evidenziando a più riprese la sua ferma convinzione di restare all’Inter, sperando anche nella novità Conte in panchina, ma fa una strana allusione sul rapporto con il Presidente Zhang

ICARDI SOLO INTER – Il Wanda Nara Show procede spedito e, dopo aver pubblicamente rispedito al mittente la proposta del Napoli (vedi articolo), l’argomento Mauro Icardi entra nel clou quando vengono messe in gioco altre situazioni ben più dettagliate: «Già dall’inizio del mercato sappiamo qual è la scelta che ha fatto Icardi, questo discorso vale anche per le squadre che vogliono un giocatore e il giocatore non vuole andare. Secondo me rimane all’Inter, Mauro ha detto così e penso che è quello che farà. Non sono la persona che dovrebbe parlare, posso portare mille offerte e fare mille cose, ma Icardi vuole giocare qua perché pensa che ancora non sia finita la sua avventura all’Inter. Non so cosa possa succedere, so solo le parole di Mauro a inizio mercato e ha sempre mantenuto questa linea. Rifiuterebbe anche la Juventus? Si sono presentate proposte che nessuno avrebbe rifiutato e Icardi ha detto no per l’Inter, non so cosa potrebbe succedere in quest’ultima settimana. Si conosco pubblicamente le offerte rifiutate (si riferisce soprattutto a quella del Monaco da 12 milioni di euro annui, ndr). Icardi non ha mai avuto contatti con nessuno, con me ovviamente sì, ci sono stati, ma io non posso mettergli un’arma in testa e dirgli cosa fare, ognuno deve fare quello che sente. Antonio Conte è un allenatore che l’Inter ha preso: è bravissimo, uno dei più forti, può scegliere se far giocare Icardi oppure no. Io non mi aspetto nulla, Conte ha detto che è una scelta della società quella su Icardi: quelli che gli pagano lo stipendio possono scegliere se farlo giocare, così come Mauro può scegliere dove giocare. Icardi è fuori dal mercato dall’inizio del mercato, io ho lavorato dall’inizio per portargli delle offerte… Non c’entra la casa, sono altre le scelte che ha fatto per voler restare a Milano. Magari Mauro ha parlato con qualcuno che gli ha detto di restare, magari con quello che comanda… Adesso è arrivato un altro allenatore, nessuno può sapere cosa succederà. Non è nella responsabilità di Icardi: ha un contratto e lui si allena. Stiamo aspettando la Juventus? No, non è vero. Conosco Mauro e tutti voi, so ciò che si dice su di me: si è detto che ero incinta e non lo sono, magari ho solo qualche chilo in più; si è detto che Mauro mi ha messo la corna con un trans e per adesso non gli piacciono; si è detto che si è incontrato con la Juventus e che io ero andata a Napoli, dove non vado da sette anni! Ovviamente c’era stato un interesse di Fabio Paratici che Icardi ha rifiutato, due anni fa. Non mi do un voto da procuratore perché non lavoro da sola come manager, ho uno staff che lavora con me. Quando Mauro a differenza di altri ha rifiutato di andare via dall’Inter che non vinceva, ero la migliore procuratrice del mondo, ora sono la peggiore: Icardi non ha cambiato idea, non voleva andare via prima e non vuole andare via ora. Mauro ha parlato con il Presidente Steven Zhang che gli ha detto di restare? Io non posso parlare per Mauro, non ho detto nulla! Può esserci che un giocatore senta la maglia e vuole restare. Icardi vuole giocare nell’Inter, questo stiamo dicendo. Sono rimasti un sacco di giocatori che devono scegliere se giocare, oggi Mauro è all’Inter. Non è una strategia, non lo avete capito bene: Mauro non ha una strategia, penso sia una scelta di vita e di quello che vuole fare, decide lui se giocare o no, c’è un allenatore che deve decidere se deve entrare in campo o no, facendo il suo lavoro e basta. Se arriva un’offerta in settimana? Mancano quattro-cinque giorni… Si può dire quello che si vuole, ma con rispetto, non mi sembra che Antonio Cassano(presente in studio, ndr) parli con rispetto nei miei confronti. I miei screzi con La Gazzetta dello Sport? Io sono una donna che perdona. Si muove qualcosa tra Torino e Milano? È il treno che va e viene (ride, ndr). Alla Gazzetta sanno benissimo la notizia perché abbiamo litigato per questo, perché dall’inizio dicono che Icardi vada via».

Condividi questo articolo

Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer





ALTRE NOTIZIE