Vecino: “Recoba idolo! Inter una responsabilità. Con Spalletti…”

Articolo di
24 gennaio 2018, 19:20
Matías Vecino Inter-Roma

Matias Vecino è ospite della trasmissione Drive Inter in onda su Inter TV: il centrocampista nerazzurro tocca vari argomenti, tra i quali il suo rapporto con Luciano Spalletti e il momento non proprio positivo della squadra. Di seguito le sue dichiarazioni, riportate da “Calciomercato.com”

TRA RITUALI E IDOLIMatias Vecino dà inizio alla sua intervista ai microfoni di Inter TV parlando del rituale che condivide con Mauro Icardi: «Mate? Da noi si beve molto, è tra le bevande più popolari. Io e Mauro (Icardi, ndr) lo beviamo sempre in pullman verso lo stadio prima dei match. A Empoli mi chiamavano il ‘cammellone’, è vero. Guidare mi piace, ma in autostrada. Meno in città, ho poca pazienza. Alvaro Recoba? Per me è un idolo, sono molto felice delle sue parole nei miei confronti. Diego Lopez l’ho avuto come tecnico a Cagliari, ero giovane e sono cresciuto. Anche lui sta facendo bene. Il Mondiale? Dipende molto da come si arriva in quel momento dell’anno. Noi abbiamo un girone con squadre che ti possono complicare la vita anche se non hanno grande storia. Il Commissario Tecnico Tabarez mi ha sempre fatto giocare, qui all’Inter ho fatto un passo importante a livello mentale: è una big, se giochi qui poi puoi giocare ovunque».

MOMENTO NO – Il centrocampista uruguayano parla poi di Luciano Spalletti e del momento negativo della squadra: «Luciano Spalletti? Lui non solo insegna il movimento, ma anche il motivo per il quale è corretto farlo. E così per noi è tutto più facile. Si migliora tanto così. Lui chiede molto di giocare in verticale, di guardare dappertutto: era una cosa che mi mancava e mi sto esercitando costantemente. San Siro? Da bambino chiunque sogna di giocare in uno stadio così, mi sto godendo questo momento. Bisogna meritarsi il posto ogni giorno. Tanta gente allo stadio, ma mi ha sorpreso la presenza dei nostri tifosi anche in trasferta: è incredibile, sono dappertutto. È una grande responsabilità giocare per l’Inter. Momento negativo? Durante un campionato ci sono vari momenti, l’importante è continuare a lavorare. Io sono un giocatore fisico, che ha bisogno di essere al 100% per fare grandi prestazioni. Credo che dopo questa sosta, la squadra riprenderà il proprio cammino per tornare a fare cose importanti come all’inizio».

Condividi questo articolo

Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer





ALTRE NOTIZIE