Vecchi: “Evitiamo distrazioni, Zaniolo non deve accontentarsi”

Articolo di
26 gennaio 2018, 13:12
Stefano Vecchi Inter-Crotone

Il tecnico della Primavera dell’Inter Stefano Vecchi è stato intervistato da La Gazzetta dello Sport per parlare del buon momento della sua squadra, del derby di domani contro il Milan e delle prestazioni di Nicolò Zaniolo.

STRADA GIUSTA – «Siamo in un momento molto positivo sia per risultati che per prestazioni: nonostante le defezioni e i problemi fisici di qualche giocatore, ci stiamo comportando bene e chi scende in campo si fa sempre trovare pronto. Ma attenzione al Milan: anche i rossoneri arrivano da risultati importanti, la vittoria con il Sassuolo e soprattutto quella con l’Atalanta, una squadra molto difficile da battere. Il nostro punto forte è la difesa? Abbiamo certamente una buona organizzazione e ottime qualità in fase difensiva, ma ultimamente è il sacrificio da parte di tutti i reparti a renderci ancora più forti. Penso al lavoro di Colidio, Rover, Emmers, Zaniolo che ogni partita danno una mano alla squadra, contribuendo alla fase difensiva. Speriamo di tener botta. Zaniolo? È un giocatore che può crescere ancora e migliorare tanto ma deve anche essere bravo a non accontentarsi perché ha le qualità e le potenzialità per fare molto di più. In Primavera sa fare la differenza, ma può diventare un giocatore di livello internazionale: le aspettative sono alte e per rispettarle deve continuare a lavorare sodo. La classifica? Dobbiamo continuare a mantenere un certo vantaggio sulla terza, il primato ci interessa di meno. Per ora siamo sulla strada giusta ma dobbiamo continuare così, senza distrazioni. La strada è ancora lunga».







ALTRE NOTIZIE