Vecchi a SI: “Fortunato all’Inter, vinto tutto in Italia! Colidio…”

Articolo di
7 gennaio 2018, 17:58
Stefano Vecchi

Stefano Vecchi – allenatore dell’Inter Primavera -, intervistato dai microfoni di “Sportitalia” al termine di Inter-Roma, commenta la vittoria della Supercoppa Italiana Primavera e le prospettive future

VITTORIA IMPORTANTE – Un’altra vittoria per Stefano Vecchi, che festeggia la Supercoppa Italiana Primavera: «Siamo tutti molto contenti e orgogliosi di quanto fatto in questi tre-quattro anni, siamo riusciti a vincere tutto quello che potevamo vincere in Italia: siamo contenti, sono un allenatore fortunato perché ho la possibilità di lavorare in una società che non ci fa mancare nulla, con giocatori e uno staff tecnico di livello importante. Non è sempre scontato vincere, siamo riusciti a farlo perché ci sono tutte queste componenti. La stagione è ancora lunga, non è finita…».

DIFFERENZA DI LIVELLO – «L’Inter pesca dalla Primavera tutta la settimana, i ragazzi si allenano con loro, ma il gap tra la Prima Squadra e la Primavera è ancora troppo alto purtroppo. Se ci fosse una seconda squadra come in altre nazioni per far crescere i giovani altri due anni nel proprio Settore Giovanile, permetterebbe di livellare un po’ e diminuire questo livello, purtroppo ora c’è questa differenza. La Prima Squadra dell’Inter è composta da campioni, nella necessità Luciano Spalletti li utilizza, ma per giocare nell’Inter serve spessore mondiale».

BRAVO COLIDIO – «Facundo Colidio è un ragazzo che ha qualità, voglia, fame di sacrificarsi, corre tanto, si dà da fare: gli sono capitate delle occasioni ed è stato bravo a sfruttarle per farci vincere una partita sofferta, come sempre contro la Roma e nelle nostre finali, non ce ne ricordiamo finali facili: è bello vincerle così! E’ difficile andare via dall’Inter, ma se capita l’occasione importante che ne valga la pena la valuto. Non mi sento sminuito ad allenare la Primavera dell’Inter: per il momento sto bene qui».







ALTRE NOTIZIE