Tommasi: “Coppa Italia ha destato perplessità. Orario delle partite…”

Articolo di
31 Maggio 2020, 16:05
Damiano Tommasi AIC Damiano Tommasi AIC
Condividi questo articolo

Damiano Tommasi, presidente dell’AIC – Associazione Italiana Calciatori – ha parlato a Rai Radio 1 dei diversi temi da trattare in vista della ripresa del campionato, compresa la decisione di giocare prima la Coppa Italia e le perplessità sollevate da alcune società (tra cui anche l’Inter).

CONDIZIONI AMBIENTALI – In vista della ripresa, Damiano Tommasi, presidente dell’AIC, ha ricordato il problema delle condizioni ambientali in cui giocare nel periodo estivo: «Non so quanto e come si cercherà un confronto con chi deve andare in campo. Il tema sono le condizioni in cui l’attività sportiva dovrà essere svolta. Credo che da noi in estate sia meglio giocare il tardo pomeriggio e la serata, mi auguro che questo tema non diventi un problema e si facciano le cose in maniera logica visto che si dovranno giocare partite con un breve lasso di tempo tra una e l’altra, con le rose che si troveranno in difficoltà. Mi auguro che si vada verso la tarda serata, piuttosto che anticipare al pomeriggio. Sicuramente cercheremo di riflettere su quali sono le modalità perché si eviti questo. Mi auguro che non diventi un problema mettere in condizioni migliori chi dovrà generare lo spettacolo e l’evento sportivo».

PERPLESSITÀ – Tommasi ha anche commentato le perplessità sollevate da alcune squadre – Inter compresa – sulla decisione di riprendere dalla Coppa Italia: «Si è cercato di preferire di anticipare la Coppa Italia, visto che è una competizione che sarà anche data in chiaro e darà un segnale diverso. Le perplessità evidenziate da 3 delle 4 squadre coinvolte sapevamo sarebbero state uno dei temi da affrontare. Le due partite di Coppa Italia in poco tempo obbligano le squadre a scendere in campo con gli stessi effettivi o comunque con le migliori formazioni possibili e questo rischia di far giocare partite importanti in poco tempo agli stessi giocatori. Spero si trovi una soluzione per dare più tempo per recuperare alle squadre coinvolte in questa competizione».

RITORNO ALLO STADIO – Un commento da parte di Tommasi anche alla possibilità di vedere i tifosi tornare allo stadio in tempi brevi: «Le aperture penso che saranno in base alla situazione del nostro Paese. Se si torna a giocare significa che si può tornare anche in spiaggia, ovviamente con le dovute cautele. Manca ancora un mese all’inizio delle partite e speriamo la situazione attuale di contagio possa cambiare in meglio. Credo che il discorso dei prezzi o delle presenze allo stadio sia un tema su cui tutti sperano che ci si torni e mi auguro che non sia un problema. Sarà però un tema da affrontare nelle prossime settimane, vista la situazione».

CONTRASTI – Infine, Tommasi ha ricordato anche i motivi per i quali non tutti sono d’accordo sulla ripresa del campionato: «Ci sono tre elementi che condizionano le posizioni delle varie parti in causa per la ripresa: il primo è la città in cui si è trascorso questo periodo e la realtà che si è visto attorno a sé. La percezione del pericolo è diversa da regione a regione, da città a città. Il secondo elemento è l’esperienza personale, con giocatori che hanno avuto paura perché sono stati contagiati o conoscono persone che hanno sofferto di questo problema. Il terzo elemento dipende anche dalla situazione di campionato che si dovrà giocare, con squadre che non hanno nulla da giocarsi che vedono nella ripresa una forzatura. Vorrei sottolineare che il tema della ripresa di tante partite in poco tempo e delle condizioni ambientali sono uno dei rischi, oltre a quello del contagio. Non è un caso che siano state introdotte le cinque sostituzioni».



Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE




<!--//<![CDATA[ var m3_u = (location.protocol=='https:'?'https://servedby.publy.net/ajs.php':'http://servedby.publy.net/ajs.php'); var m3_r = Math.floor(Math.random()*99999999999); if (!document.MAX_used) document.MAX_used = ','; document.write (""); //]]>-->

Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.