Spalletti: “Inter, molto deluso. Episodi sotto gli occhi di tutti”

Articolo di
19 agosto 2018, 23:09
Spalletti Conferenza Stampa

Luciano Spalletti si è presentato nella sala stampa del Mapei Stadium di Reggio Emilia per rispondere alle domande dei giornalisti. Questa la conferenza stampa dell’allenatore dell’Inter dopo la partita della prima giornata di Serie A contro il Sassuolo.

INIZIATO MALE«Io ho detto che eravamo pronti, non che si vinceva. Le partite poi si possono vincere o perdere, secondo me potevamo fare qualcosa di più però poi la partita, per larghi tratti, è anche stata giocata con le difficoltà del terreno, non vado a cercare un alibi per la mia squadra perché c’era anche per gli altri però quando devi vincere e andare a giocare nell’altra metà campo diventano degli spazi più stretti, e allora sulla possibilità di giocare in velocità il campo ti può disturbare di più. Dopo che abbiamo preso gol è stato più difficile perché si abbassavano, siamo andati a giocare nella metà campo avversaria e ogni volta che si perdeva palla non siamo stati in equilibrio e siamo stati costretti a subire ripartenze. Avremmo potuto gestire più tranquillamente, invece subentra la frenesia col passare dei minuti di andare a fare le cose più velocemente e le difficoltà, soprattutto su un terreno di gioco così, c’erano e si sono viste. È chiaro che il Sassuolo ha vinto meritatamente, perché hanno giocato anche una buona gara: sono stati attenti e corti, hanno sfruttato le loro armi e il rigore è venuto su una situazione del genere. Avremo ancora da mettere a posto la condizione generale perché abbiamo avuto molti calciatori che hanno partecipato ai Mondiali e sono arrivati dopo. Secondo me non ci sono state prestazioni che si sono elevate al di là della normalità, per cui sono dentro la considerazione generale della squadra. Sono quelli che hanno giocato più di tutti e che avevano un minutaggio che ci lasciasse tranquilli, perché il rischio è fare troppe sostituzioni perché non hai ancora messo in condizione tutti. Questa è la squadra che ha giocato a Madrid una buonissima partita, si era cercato di andare sul sicuro con la possibilità di mettere mano per dare una spinta superiore. Rigore? Sono molto deluso, il mio pensiero va soprattutto ai giocatori e poi ai nostri tifosi. È chiaro che sono cose che capitano, bisogna lavorarci seriamente, gli episodi sono sotto gli occhi di tutti e dispiace perché ti si incasina la partita su una situazione del genere, però è così e bisogna sopperire a queste cose e andare avanti».







ALTRE NOTIZIE