Primo Piano

Spalletti: “Inter lavora, allusioni non corrette! Icardi? Parliamo di chi pedala”

Luciano Spalletti ha parlato ai microfoni di “Sky Sport” al termine di Inter-Rapid Vienna, ritorno dei sedicesimi finale di Europa League vinto 4-0 dai nerazzurri, che approdano così agli ottavi: di seguito le dichiarazioni del tecnico nerazzurro, che preferisce parlare di chi era in campo a pedalare e non di Mauro Icardi

SU RANOCCHIA E IL GRUPPO SENZA ICARDI – «Ranocchia è uno di quelli con cui si può avere confidenza, si può scherzare e si era detto “oggi giochi e fai gol”, ma non si immaginava un gol al limite dell’area al volo. Gruppo ritrovato? E’ corretto dire che l’Inter sta migliorando, sta facendo meno errori banali. Non è corretto accostarlo o alludere a qualcosa successa in questo periodo. Per cui diamogli il taglio giusto perché la cosa reale è che l’Inter lavora e qualche volta ci sta che si faccia qualche errore in meno, ma non da accostare a certe situazioni. Si parla di quelli che hanno vinto la partita, questo giochino del tirarsi dietro una situazione che non c’è non va bene, nel senso che si dà corsa a quelli che pedalano e si prendono calci in campo e gli si dice bravi, senza dover perdere di vista quella che è la realtà. La realtà è lo scorrimento delle cose».

QUALITÀ DA ESIBIRE SEMPRE – «Noi siamo sempre a parlare di questo livello che dobbiamo esibire di normale, in alcuni momenti non ce la facciamo e andiamo al di sotto del nostro livello. Sembra che sia uno sforzo difficile da mantenere metterci dentro tutte le cose che abbiamo e di conseguenza questa è una situazione che dovevamo mettere a posto il prima possibile. Sembra che la nostra qualità non possa supportare questo lungo tratto, il campione è quello che rimane nel lungo tratto e non quello che lo fa ogni tanto».

PRESTAZIONE CORRETTA – «Nella partita bisogna mettere più cose, anche se qualcuno non le ha nelle qualità individuali deve sforzarsi per colmarle. Stasera si sono anche viste, verificate, si è usato la logica dentro quella che è la lettura del momento, siamo andati a pressare insieme, siamo stati costretti qualche volta ad abbassarci perché non eravamo compatti e poi siamo ripartiti andando a pressare in avanti: tutte quelle cose che fanno parte della lettura della partita. E’ venuta fuori una prestazione dove i calciatori sono stati molto attenti, molto professionali e molto sintetici».

EQUILIBRIO – «C’è sempre bisogno del supporto e dell’equilibrio, i due mediani insieme a Brozovic fanno un buon lavoro: noi in generale ci mettiamo più qualità sulla trequarti, dove a volte facciamo quello che dobbiamo fare, altre volte invece abbiamo difficoltà a prender queste situazioni di taglio. Queste vie di mezzo si può far meglio, siamo passati in vantaggio subito per cui poi non c’è stata una ricerca affannosa. Nel secondo tempo abbiamo fatto meglio tutti».

SUI SORTEGGI – «Se Icardi è sceso negli spogliatoi a festeggiare? Non lo so perché sono venuto alle interviste e la squadra ha festeggiato sì, erano contenti e soddisfatti. Sorteggi? Ce ne sono 4/5 che sono più forti e se sulla carta si incontra qualcuna di quelle meno forti è meglio, tanto poi di lì bisogna passare e andare a spostare quello che si trova di traverso nel tragitto».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Place this code where you want the "Below the article_Feed" widget to render:
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

 

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

 

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh