Spalletti: “Icardi psicologo del gol. Sul mercato decidiamo noi”

Articolo di
3 gennaio 2018, 18:15
Luciano SpallettiLuciano Spalletti

Intervistato ai microfoni di “Premium Sport”, Luciano Spalletti, tecnico dell’Inter, ha rilasciato alcune dichiarazioni parlando della squadra nerazzurra, della sfida di campionato dopodomani sul campo della Fiorentina e di mercato

“AMBISCO A FARE DI PIÙ” – «Noi da San Silvestro pensiamo alla Fiorentina. Il calendario è stato pensato per riempire tutti gli spazi e io penso che sia giusto così. Se penso ai punti fatti l’anno scorso a Roma e quest’anno sono gli stessi. Io però ambisco a fare di più quindi non sono contento. Dobbiamo lavorare in maniera da sentirsi dentro l’Inter ed essere l’Inter. Io guardo ai miei risultati. Se riesco a tirare fuori il massimo. Abbiamo fatto bene e possiamo usare ancora la nostra forza. Dobbiamo farlo nel girone di ritorno».

PENURIA DI GOL – «Io starei molto più leggero. Lo psicologo del gol è Icardi. Domani lo farò parlare 10′ con la squadra per spiegare come risolvere il problema. Oggi in allenamento i palloni sono entrati tutti in rete».

MERCATO – «Se non arriva nessuno non mi incateno alla Pinetina. Ho squadra e direttori forti, ma se ci saranno occasioni loro saranno bravi a sfruttare le occasioni. Rosa corsa? Noi abbiamo le soluzioni per tutto. Abbiamo tutte le potenzialità per fare bene. Se poi arrivasse qualcuno per completare l’ordine numerico della rosa andrebbe bene. Giocatori in partenza? Fino a quando i giocatori sono sotto contratto decidiamo noi se tenerli o farli partire. Promesse Suning? Hanno a cuore la nostra società. Dà continuazione alla storia dei grandi presidenti dell’Inter. Hanno amore verso questi colori. Steven Zhang molto competente e vive a Milano per contribuire a migliore le cose dell’Inter. L’obiettivo del 2018 è vedere sempre 65mila allo stadio e se lavoreremo bene vedremo anche 80mila. I tifosi possono aiutarci a determinare il risultato».







ALTRE NOTIZIE