Primo Piano

Spalletti: “Centravanti Inter? Lo abbiamo, è Lautaro Martinez! Icardi…”

Ieri la conferenza stampa di vigilia di Rapid Vienna-Inter per Luciano Spalletti è stata quasi tutta focalizzata sul caso Mauro Icardi, che ha tenuto banco anche oggi: queste le risposte del tecnico ai giornalisti presenti nella sala stampa dell’Allianz Stadion dopo l’andata dei sedicesimi di finale di Europa League, dopo la vittoria targata Lautaro Martinez.

NESSUN RIMPIANTO – «Lautaro Martinez? C’è molto del suo in questa vittoria di stasera, perché soprattutto in funzione del gol è entrato dentro nella totalità. È andato a recuperare la palla, spostarla dall’avversario e tirare il rigore: bisogna dirgli bravo, aveva anche una responsabilità importante in base a quello che era successo. Come abbiamo sempre detto questo è il suo ruolo: lì si trova bene, ha fatto spesso salire la squadra con la palla addosso, per certi versi è anche stato messo in condizione perché la squadra ha giocato alta e fatto anche molto possesso nella loro metà campo, anche se non abbiamo fatto delle trame di grande qualità. È andato a pressare, è un calciatore che sa fare un po’ tutto: ora c’è da vedere se poi riuscirà a essere così forte dentro l’area avversaria come Mauro Icardi, come il suo compagno di reparto, però lui è bravo a venire incontro, prenderla addosso e pulire la palla senza che abbia un’idea precisa della direzione. Lui riesce a saltare l’uomo nello stretto, ha queste qualità di guida della palla che riesce a girarsi anche spalle all’avversario e andare a concludere, è un calciatore forte. Noi il centravanti ce l’abbiamo perché Lautaro Martinez lo sa fare, è il ruolo anche suo. Ultimamente abbiamo iniziato a farli giocare insieme, però anche se ne gioca uno solo tutti e due possono ricoprire il ruolo in maniera completa. Anzi: dentro l’area di rigore Mauro è quel rapace che si avventa sulla preda qualsiasi passi nel suo terreno, forse con la palla giocata addosso ha caratteristiche diverse da Lautaro che sa fare meglio la protezione con le spalle girate all’avversario. Secondo me sono due ottimi calciatori, che dentro il gioco di squadra possono trovare l’esaltazione nel diventare veramente forti».

ANDARE OLTRE – «Come si risolve questa situazione con Icardi? Vado come faccio sempre, cerco se riesco di preparare il video della partita di oggi con gli analisti, se c’è qualcosa da parlare con qualcuno in particolare e di conseguenza vedo cosa viene fuori, come si fa sempre. Lo saluterò, io penso che lui reagisca nella maniera professionale quale deve essere, perché poi la stessa fatica e la stessa difficoltà che si è avuta noi a prendere questa decisione ce l’ha avuta noi a sentirsela rivolgere. È la stessa difficoltà, anche da parte nostra a comunicarglielo: non fa neanche una piccola differenza, per cui si va a lavorare e si va a rimettere dentro un po’ di riposo perché stasera il campo era di quelli difficili, perché rimanevano i tacchetti per terra e ha messo a dura prova muscolare la squadra. A un certo momento siamo stati anche in difficoltà dal punto di vista di girare la palla perché non riuscivamo a recuperare da questi strappi e da queste difficoltà del terreno di gioco, che è fatto da poco e probabilmente ha caratteristiche diverse da quello che siamo abituati, poi tutto a posto. Samir Handanovic capitano? Io l’avevo già visto, perché l’ha fatto tante volte il capitano lui. L’ha fatto in precedenza tantissime volte, poi anche quando c’era Icardi, per cui lui lo conosciamo tutti per il suo equilibrio, la sua professionalità e la sua serietà. È uno che attraverso i comportamenti oltre che attraverso le parole ti sa trasferire una serietà, una professionalità e un equilibrio di vivere e dire le cose al compagno di squadra, riuscendo a farsi apprezzare da tutti all’interno nello spogliatoio. È una caratteristica che ha come per certi versi l’aveva Mauro, per cui non è molto differente. Da un punto di vista di personalità è un calciatore esperto che ha una sua età, ha vissuto certe situazioni e per averle vissute ha una certa esperienza in più di Mauro».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Place this code where you want the "Below the article_Feed" widget to render:
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

 

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

 

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh