Spalletti a Sky: “Troppi errori banali. Inter incostante nei novanta minuti”

Articolo di
7 dicembre 2018, 23:00
Spalletti-SKY

Luciano Spalletti ha parlato a Sky Sport dopo la sconfitta per 1-0 subita a Torino contro la Juventus grazie al gol realizzato da Mario Mandzukic; i bianconeri allungano a quattordici punti il loro vantaggio dall’Inter.

«Poca cattiveria e fortuna? Io partirei dalla partita, nel senso che una partita va giocata in un certo modo: dobbiamo avere un atteggiamento costante e continuo, considerando anche che dentro la partita ci sono dei momenti in cui devi soffrire e tornare al limite dell’area con 8-9 calciatori e noi l’abbiamo fatto abbastanza bene però ci sono poi delle situazioni che non si riescono a leggere per quello che vogliono e le interpretazioni sono sbagliate mentre la Juventus su che verso dare alle azioni non sbaglia mai niente al di là del fare o non fare gol. Chiaro che se passi in vantaggio poi puoi fare la differenza però abbiamo concesso troppi palloni in uscita dove l’avevamo noi e poi troppi errori tecnici banali e facili: ci sono state delle azioni in cui noi avevamo superato la linea e abbiamo permesso alla Juve di recuperare non riuscendo a puntare la linea difensiva perché il pallone non arrivava. Queste cose qui fanno poi la differenza perché non riusciamo ad essere costanti per novanta minuti di gioco e poi c’è sempre la leggerezza: c’è quello che la interpreta più lentamente, quello che parla… la partita è stata condotta per larghi tratti in maniera correttissima anzi, facendo qualche volta anche di più perché siamo andati fuori giri ad attaccare lo stesso concedendo alla Juve la via di mezzo dove poi siamo stati costretti a rifare il rientro forte di cento metri di tutta la squadra ma quello è un buon segno perché poi i giocatori vogliono attaccare, pressare e stare di là però poi in alcuni momenti le letture sono approssimative individualmente mentre loro (la Juve ndr) perdono cinque minuti anche nel prendere un fallo in maniera mestierante mentre noi il fallo lo si va a fare. Icardi? Ha fatto quello che doveva fare, ha corso e anzi, è stato molto più bravo di altre volte a venire incontro, fare superiorità numerica e venire in appoggio e lì siamo stati bravi a ripartire e creare delle opportunità importanti. Errore di Joao Mario sul gol? Lì non si è riallineata la linea difensiva, lui è rimasto su e si è perso la palla alle spalle. È quello l’atteggiamento che ogni tanto ci succede: alleggerire la pressione dal punto di vista di pericolosità e si diventa più leggeri e se in quel momento prendi gol poi vai in difficoltà e non riesci a recuperare. Lì stavano parlando ma si vedeva dalla mia parte che la Juve stava battendo e uno si era liberato dietro la linea difensiva nostra e noi non eravamo allineati e ci hanno preso alle spalle. La linea difensiva dove andare a prendere la porta e invece ci siamo fatti superare prendendo questo cross. È sempre un po’ da quello che è il modo di alleggerire l’attenzione. L’esecuzione di quello che deve essere il tuo comportamento si alleggerisce un po’ e prendi lo svantaggio. Politano sostituito e Joao Mario sulla fascia: cambio tattico o riposo in vista del PSV? Un po’ tutte e due le cose. La Juve è brava perché hanno veramente questo mestiere mentre noi dobbiamo migliorare. Ci vuole ancora qualche cosa? Sono d’accordo, io poi le sostituzioni le sbaglio tutte per cui dall’inizio dell’anno se cambio uno poi mi dicono che dovevo far giocare quell’altro. Borja Valero ti dà quella qualità a centrocampo perché sa quando tenerla, accelerare, fare anche un passaggio inutile o tenerla quel secondo in più quando serve. Dopo di lui c’è un po’ Brozovic ma poi si buttano dentro delle palle quando non siamo pronti e quindi si buttano via. A volte si gestisce, c’è la possibilità di ripartire e invece non si riparte. In queste letture dobbiamo fare dei passi in avanti perché poi la squadra ha giocato un buonissimo calcio e stasera ci si rimane male ad andare via con zero punti. Non dormirà per il palo di Gagliardini o perché c’è il PSV? Io non dormirò fino a sabato prossimo per cui le notti sono per voi».

Inter-news.it - Google News Inter-news.it - New Now





ALTRE NOTIZIE