Spalletti a Sky: “Roma-Inter da pari, rigore netto non dato a Icardi”

Articolo di
2 dicembre 2018, 23:49
Spalletti-SKY

Spalletti ha chiesto di essere nuovamente intervistato da Sky Sport dopo Roma-Inter per parlare del rigore non dato a Nicolò Zaniolo ma anche del contatto tra Kostas Manolas e Mauro Icardi avvenuto all’interno dell’area giallorossa all’ottantacinquesimo.

«Zaniolo? Sì c’è un contatto, non l’avevo visto. Non mi sembra una grande botta, un contatto leggero però mi sembra che vada rivisto… è giusto quello che dite. Spallata di Manolas su Icardi? Come spallata? E’ una tranvata questa qui perché qui Icardi prende la palla e se Manolas non gli dà questa botta Icardi calcia la palla. Icardi è sul pallone completamente e se Manolas non lo va a buttar via lui calcia la palla. Manolas va sull’uomo perché non può più intervenire sulla palla e quindi va a mettersi di traverso a quella che è la corsa di Mauro e non gli permette di prenderla… è un fallo nettissimo questo qui per cui questo fatto di quello che si vuole spostare però la partita sarebbe finita così perché le due squadre l’hanno condotta talmente bene che poi avrebbero rimesso le cose a posto in qualsiasi tipologia di vantaggio avesse avuto una o l’altro perché le due squadre erano esecutive su quello che dovevano fare e hanno giocato una partita che dice pareggio in maniera giusta. Due squadre che hanno fatto la gara per vincere andando anche a liberare spazi importanti rischiando di perderla. Mentalmente come propositi e volontà sono due squadre da elogiare. Partita aperta, partita bella fatta di tante giocate interessanti e di tattica interessante e Rocchi l’ha arbitrata bene e con personalità. Sono due gli episodi, uno per parte e non uno sì e uno no. Dobbiamo giocare di più in Serie A? Sì, secondo me è così nel senso che bisogna provare a vincere però il calcio in Italia è cresciuto: il fatto di avere un’idea sul gioco di squadra si vede. C’è questa volontà di andare fin dal calcio di rinvio a provare a giocare la palla in terra, c’è questo fatto che gli attaccanti vengono a crearti questa pressione sulla partenza dell’azione, le squadre portano la linea difensiva a metà campo e stasera di continuo sia Inter che Roma. Se porti palla indietro gli attaccanti vengono a pressarti, a mangiarti campo e la linea difensiva ti monta addosso ai centrocampisti perché arrivano a metà campo e questo riportare una tattica corretta con gli spazi intermedi giusti diventa difficile e allora qualche volta la devi calciare e c’è questo duello a metà campo ma sennò sono moltissime le squadre che vogliono costruire con la palla a terra e che hanno un ragionamento di cercare di andare a scavare quello spazio dove poi ti vado a giocare ed è la cosa giusta. Ci sono molti allenatori giovani e forti, e io non faccio parte di questi (ride ndr), che nel nostro campionato hanno alzato il livello di qualità».

Inter-news.it - Google News Inter-news.it - New Now





ALTRE NOTIZIE