Primo Piano

Spalletti a Sky: “Rapid libero, gara difficile. Icardi? No preclusione! Faremo…”

Luciano Spalletti, dopo aver parlato in conferenza stampa alla vigilia del ritorno dei sedicesimi di finale di Europa League contro il Rapid Vienna (vedi articolo), interviene anche ai microfoni di “Sky Sport”: il tecnico nerazzurro avverte i suoi sullo stato mentale del Rapid, che potrebbe rappresentare un problema in ottica qualificazione. Poi apre ancora una volta le braccia al ritorno di Mauro Icardi, che oggi si è sottoposto ad accerti medici (QUI l’esito). Di seguito le sue dichiarazioni

RAPID MENTALMENTE LIBERO – «Un allenamento serve sempre per avere ulteriori notizie. In questo momento per infortuni, squalifiche e limitazioni UEFA il numero dei giocatori utilizzabili è molto ristretto. Quello che diventa pericoloso è il cambio di mentalità da parte del nostro avversario in questa partita. Nella prima partita c’era un po’ di timore, erano guardinghi e con maggiore equilibrio, a discapito della qualità. Adesso non hanno più niente da perdere mi immagino che la loro prestazione sarà simile a quella del secondo tempo dell’andata. Saranno maggiormente liberi e per questo per noi sarà una gara estremamente difficile».

QUALITÀ DELLA SQUADRA – «Perisic e Nainggolan? La squadra ha fatto vedere di aver risolto degli errori visti nelle ultime partite. Ha fatto vedere carattere e mentalità, pronti a difendere la qualificazione in Europa e il terzo posto in campionato. Su questo dobbiamo continuare a lavorare, continuando il processo di crescita dei singoli e della squadra. Siamo una formazione che può giocare un buon calcio contro chiunque, sopperendo anche alle assenze di alcuni elementi che ci toglie un po’ di qualità e forza».

SU LAUTARO – «Lautaro Martinez? Diventa difficile farlo ragionare in funzione del proteggere un momento, una situazione, senza dare sempre tutto. Per lui ogni pallone è utile per dare un contributo, si butta con la stessa forza e disponibilità su ogni pallone. Lui lavora per rendere giocabile ogni pallone: è chiaro però che c’è un dispendio di energie che scendendo in campo ogni tre giorni non è facile recuperarle».

SU ICARDI – «Icardi? Verrà fatto un programma per poterlo reinserire e per potersi allenare con la squadra. Se lui farà i passaggi corretti che dovrà fare, da parte nostra, intesi come allenatore, squadra e club, non c’è alcun tipo di preclusione al suo ritorno in squadra. Lui è un calciatore forte e la sua assenza è una perdita importante. Prima degli ultimi eventi, ma lo è anche adesso».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Place this code where you want the "Below the article_Feed" widget to render:
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

 

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

 

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh