Primo Piano

Spalletti a Sky: “Gli altri lottano più di noi, non abbiamo un carattere forte”

Luciano Spalletti è stato intervistato da Sky Sport dopo la sconfitta per 0-1 subita a San Siro contro il Bologna grazie al gol di Federico Santander; terzo KO consecutivo subito dall’Inter tra campionato e Coppa Italia.

«Cosa si dice alla squadra nello spogliatoio dopo una sconfitta così? Un paio di cose mi hanno dato fastidio in maniera abbastanza evidente per cui le dici subito mentre il resto si rimanda a domani mattina quando si fa l’analisi della partita come sempre. Si va facilmente a crearci problemi anche quando non ci sono i presupposti ed è chiaro che quando si alza la tensione si alza anche il livello di insicurezza e se tu sbagli l’occasione mentre gli altri invece segnano diventa tutto più difficile proprio per la forza di quello che è il club e lo stadio: se non hai un carattere altrettanto forte non ce la fai a reagire e probabilmente sotto questo aspetto qui noi non ne abbiamo il massimo. Pensavo che si riuscisse a mantenere una linea di condotta abbastanza normale e di aver trovato quella che era la base per poi stare a costruirci sopra invece poi ogni tanto si va proprio al di sotto e si perdono contenuti abbastanza semplici: ad esempio da ultimo non c’è da far girare palla ma da controllarla e buttarla su Ranocchia. Molte situazioni che abbiamo tentato di fare questo ci siamo fatti risalire addosso o l’abbiamo messa malissimo: quando la devi mettere dentro scivoli nel controllo e non riesci a trovare l’impatto corretto. La squadra non la capisce bene in questo momento? Non lo so, a me mi sembra di sì (che lo capisca ndr) perché non mi pare che si faccia cose difficilissime. Ci vuole che ti vada a buon fine l’episodio che ti dia il vantaggio e poi tenere un equilibrio corretto in campo senza provare a vincerla da soli forzando delle situazioni che mettono in difficoltà lo svolgimento della gara. Sembra che per certi versi la squadra mi segua ecco poi è chiaro che nella lotta si vede che manca qualcosa perché gli altri lottano più forte di noi ed è questo il dato fondamentale. Si aspetta attestato di stima dalla società? Probabilmente questo serve a chi deve capire se ha vantaggi dalla mia permanenza o dal mio addio. Per quanto mi riguarda non ho problemi. Che effetto le hanno fatto i fischi? C’erano già stati altre volte, non mi fanno nessun effetto perché di fischi ne ho preso in ogni posto dove allenato come gli applausi ma si va a fare sempre lo stesso lavoro con professionalità. I tifosi quando si fa una prestazione sotto livello, pagando il biglietto, è giusto che meritino qualcosa di differente sopratutto se la squadra si chiama Inter. Ranocchia nel finale? Non c’è niente di particolare: è bravo sul gioco aereo, non siamo riusciti ad aggirare la difesa del Bologna e quindi abbiamo provato qualcosa di diverso. Bisogna mettersi in maniera ordinata per poter prendere tutti i vantaggi, lui ha spizzato la palla ma non c’era la densità giusta».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

 

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

 

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh