Primo Piano

Spalletti a Sky: “Ci vuole normalità, bene Icardi allo stadio”

L’Inter continua il suo momento positivo battendo 2-1 la Sampdoria al Giuseppe Meazza grazie alle reti di D’Ambrosio e Nainggolan, tenendo a distanza il Milan in classifica e facendo calare la tensione per il caso Icardi (l’ex capitano era presente allo stadio). Il tecnico Luciano Spalletti ha parlato ai microfoni di Sky Sport fornendo la sua analisi sulla partita

CHE SEGNALE DA QUESTE TRE VITTORIE- “Un segnale di serietà e professionalità che si tenta di perforare questa montagna di cose che si dicono sempre sull’Inter. Poi il lavoro diventa più duro, ma si batte ancora più forte come si è fatto oggi”.

SU ICARDI HA DETTO TUTTO MAROTTA- “Su Mauro ha risposto il numero uno dopo Zhang all’Inter, va bene tutto quello che ha detto Marotta perché è una cosa che si è condivisa tra noi prima di farla, altrimenti ci volete rassegnare ad avere torto. O si ha un po’ di ragione o si ha torto”

HA GRADITO LA PRESENZA DI ICARDI- “Quello sì, molto. Avrei gradito di più se fosse venuto nello spogliatoio a festeggiare perché è stata una vittoria difficile, importante, lui fa parte di questo gruppo e credo abbia gioito come hanno fatto tutti i suoi compagni”.

CI VUOLE NORMALITA’- “Il ritorno alla normalità è assolutamente vero, succede così dentro lo spogliatoio, si arriva alla stessa ora negli stessi luoghi con i compagni ed è difficile ci siano procedimenti che vietino a qualcuno di vivere le stesse emozioni degli altri, questo fatto di parlare tutti assieme vuole per forza che tu sia dalla stessa parte, che lavori in collaborazione e tutti ci auspichiamo questo”.

ICARDI DEVE FARE QUALCOSA- “Se non ci si vogliono mettere delle cose nel mezzo, se non si fanno degli sforzi a volerci mettere delle cose è tutto chiaro. Ci sono da fare dei passaggi e uno di questi è che lui venga nello spogliatoio e viva con la squadra la felicità di stare in questo gruppo che è un buon gruppo, dentro l’emozione di poter vestire una maglia gloriosa come quella dell’Inter, bisogna far vedere queste cose qua”.

MEGLIO NEL SECONDO TEMPO- “Nel primo tempo c’è questo timore di sbagliare, la difficoltà nel far girare palla. Loro sono bravi, fanno tutto a memoria e ti fanno correre a vuoto, ma se tu usi tutta la tua qualità gli si può creare anche qualche problema invece nel primo tempo è stato tutto più difficile. E’ stato bellissimo l’applauso dei tifosi dopo l’1-1 per farci ripartire e quella è la cosa che ha fatto ripartire il tentativo di rimettere a posto le cose e vincere la partita, il pubblico ha partecipato in maniera emotiva”.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Place this code where you want the "Below the article_Feed" widget to render:
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

 

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

 

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh