Spalletti a Sky: “Amarezza enorme. L’Inter doveva giocare con più calma”

Articolo di
11 dicembre 2018, 23:26
Spalletti-SKY

Luciano Spalletti ha parlato a Sky Sport dopo l’1-1 di San Siro tra Inter e PSV Eindhoven che condanna i nerazzurri all’eliminazione dalla Champions League e alla retrocessione in Europa League.

«Non siamo riusciti a mantenere la tranquillità dovuta, ci siamo innervositi un po’ perdendo qualche palla di troppo e creando disordine a livello tattico. Loro qualche ripartenza l’hanno fatta e anche se siamo riusciti a recuperare sono stati spesi dei metri in quelle rincorse. Sale un po’ la tensione e il nervosismo e tu perdi la gestione della partita e della palla. Abbiamo concesso qualche ripartenza di troppo anche se non ci ha creato tanti problemi però non è stata quella gestione corretta che ci voleva. L’Inter doveva vincere? Tutte le squadre possono vincere contro chiunque ma è logico che questa aveva un peso psicologico più importante e poi andava mantenuta in equilibrio senza andare a creare delle situazioni di disagio e invece oltre a rendere la partita un po’ frenetica abbiamo concesso anche il vantaggio. Il risultato del Tottenham che ha inciso sulla partita? Come si fa a non sapere i risultati? Come si fa a tenere nascosto un risultato? Il pubblico lo sa e i calciatori ugualmente. La UEFA mi ha chiesto se volevo scriverlo sul cartellone e io ho detto di sì perché tanto lo sapevamo ugualmente. Icardi sempre decisivo? Secondo me non è mai un calciatore che risolve sempre il comportamento della squadra, va fatto un ragionamento differente, ci vogliono più cose oltre a chi fa il gesto. Bisogna far tutto tutti insieme. I singoli fanno la differenza dentro il contesto della squadra. Mauro stasera è venuto a palleggiare molto bene, è venuto incontro e da lì abbiamo creato superiorità numerica in mezzo al campo, siamo ripartiti, abbiamo creato problemi e poi ha fatto anche gol. Abbiamo fatto gli stessi punti del Tottenham però in alcuni momenti della partita potevamo far meglio, potevamo rimanere più tranquilli, potevamo stare più calmi e invece poi ci siamo un po’ lasciati trascinare dalle tensioni che momenti concitati come questi determinano in base al risultato. E’ un’amarezza che succede, enorme come quella degli altri che vengono eliminati».

Inter-news.it - Google News Inter-news.it - New Now





ALTRE NOTIZIE