Spalletti a Inter TV: ”Calcoli? Allarme rosso! Attenti ai complimenti”

Articolo di
4 ottobre 2018, 00:13
Luciano Spalletti

Luciano Spalletti ha commentato a Inter TV la partita di Champions League contro il PSV Eindhoven giocata stasera. Di seguito le parole del tecnico nerazzurro, intervistato da Roberto Scarpini al Philips Stadion.

TRE PUNTI D’ORO«Allora: stiamo attenti a questi complimenti, perché quando si fanno troppi complimenti succede che i calciatori mollano un pochettino. Non possiamo mollare niente perché il girone è difficilissimo, ci sono ancora quattro partite da giocare e sappiamo che le difficoltà sono dietro l’angolo. Bravi perché hanno avuto carattere e personalità però poi non dobbiamo mollare di un centimetro, perché c’è bisogno di stare sui blocchi pronti a reagire a qualsiasi insidia ci creino gli avversari. Avevamo iniziato molto bene, non c’era stato qualcosa che aveva determinato che era giusto che si andasse sotto. La squadra ha continuato a fare quello che faceva dall’inizio e quando hai l’atteggiamento carico della convinzione di portare a casa le partite spesso vieni premiato. La squadra è stata corta e aggressiva, è andata a togliere fiato sulla costruzione bassa mentre quando si è recuperato abbiamo tentato di gestire la manovra. Quando si schiacciano tutti al limite dell’area diventa difficile, abbiamo subito la palla dietro la linea difensiva perché loro sono maestri, con questi lanci in bandierina e questi esterni veramente veloci, qualche volta abbiamo dovuto scappare qualche secondo prima perché c’era il rischio che scappassero via. Stefan de Vrij e Milan Skriniar l’hanno fatto in maniera perfetta, Kwadwo Asamoah e Danilo D’Ambrosio avevano clienti pericolosi ma hanno retto botta fino all’ultimo, questa è stata la differenza di rimanere in equilibrio, la squadra ha accettato il quattro contro quattro e l’ha fatto con qualità. Classifica? Sicuramente meglio così, quando però si comincia a fare calcoli parte l’allarme rosso di non credere nelle proprie possibilità e non montare convinto sull’avversario».







ALTRE NOTIZIE