Primo Piano

Spadafora sulla riapertura degli stadi: “Non numero secco ma variabile”

Spadafora torna sulla riapertura degli stadi. Il ministro dello Sport – intervenuto in audizione davanti alla Commissione Cultura della Camera – afferma che il numero di mille persone non può andare bene per tutti gli eventi, anche se fino al 7 ottobre non può essere cambiato. Di seguito le sue dichiarazioni, riportate dal sito di “Rai Sport”

RIAPERTURA Vincenzo Spadafora, ministro dello Sport, torna sulla riapertura degli stadi: «L’obiettivo che abbiamo è riaprire gli stadi in progressione per tutte e competizioni e il lavoro vero lo faremo da qui al 7 ottobre, quando uscirà il nuovo Dpcm. L’attuale numero di mille persone ammesse negli impianti non può al momento essere cambiato, ma si arriverà a definire una percentuale sulla capienza di ogni struttura perché una cosa sono mille persone all’Olimpico e una  su un impianto di campionati minori».

PRUDENZA – Spadafora predica prudenza: «C’è attenzione e consapevolezza che senza tifosi lo sport non è lo stesso, ma dobbiamo sapere che siamo ancora in un una situazione di difficoltà generale che non ci consente di andare oltre il numero dei mille, che però può essere sufficiente per le serie minori, vedi la Lega Pro. Prossimamente non si avrà un numero secco, ma variabile rispetto alle situazioni e agli impianti. Definiremo una percentuale rispetto alla capienza reale dell’impianto consentendo un numero di persone che sia nel rispetto delle norme, che garantisca il distanziamento e soprattutto la sicurezza nell’afflusso e nel deflusso, situazione che coinvolge anche il trasporto pubblico in orari ben definiti e ristretti».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale

Articoli correlati

Back to top button

Rilevato Ad Block

Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, e si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.