Serie A, torna il caos: dubbi tra club e medici. Figc ha diverse ipotesi – SM

Articolo di
27 Aprile 2020, 13:29
Gravina
Condividi questo articolo

Dopo le parole di Giuseppe Conte e quelle successive del ministro Spadafora (vedi qui), restano i dubbi sulla ripresa della Serie A. Secondo “Sportmediaset” i club non sarebbero più uniti nel voler concludere la stagione. Il tempo inoltre stringe: ecco tutte le ipotesi

DUBBI – La Serie A non sembra essere più unita nel voler ripartire: 6/7 club manifestano dubbi e i medici delle società rimangono molto preoccupati dalla prospettiva di dover rispondere legalmente in caso di nuovi contagi. La loro preoccupazione e la prudenza del Governo trovano conferma nel fatto che i giocatori sembrerebbero ad alto rischio contagio durante una partita di calcio. Rischio stimato simile a quello di medici e infermieri. Oltre al fatto che servirebbe un contorno di 300 persone all’interno dello stadio.

IPOTESI – Ci sono sul tavolo 3 o 4 soluzioni per chiudere campionato e Coppa Italia, per poi lasciare spazio alle coppe europee ad agosto. Resta un punto fermo: le prime partite saranno le semifinali di Coppa Italia e nel giro di un paio di settimane verranno giocati i recuperi di Serie A (tra cui Inter-Sampdoria). No mercoledì liberi: si dovrà giocare ogni tre giorni. Si spera ancora nel 7 giugno, ma sarà difficile. L’ultima data disponibile per il campionato intero è il 14 giugno: 15 finestre disponibili, numero minimo per concludere le 12 giornate di Serie A, con in più semifinai e finale di Coppa Italia e i recuperi. Una ripresa successiva comporterebbe solo i playoff e i playout: ora la Federazione accetterebbe anche questa ipotesi.

Fonte: Sportmediaset.


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE