Serie A, ecco le due modifiche chiave per il protocollo richieste dal CTS

Articolo di
11 Maggio 2020, 20:05
Pallone Nike Merlin Serie A 2019-2020
Condividi questo articolo

La Serie A va verso l’OK per gli allenamenti in gruppo, ma dovrà effettuare alcune modifiche minime al protocollo sanitario di garanzia (vedi articolo). L’ANSA segnala due punti chiave che, presumibilmente, saranno definiti in questi giorni dalla FIGC in modo da avere il via libera.

PASSO AVANTI – In caso di positività al Coronavirus di un solo giocatore di Serie A tutta la squadra andrà in quarantena per quattordici giorni. È questa una delle modifiche al protocollo sanitario di garanzia che il Comitato tecnico scientifico ha chiesto alla FIGC. Lo riporta l’ANSA, che segnala il parere del Governo per concedere la ripresa degli allenamenti di gruppo da lunedì 18 maggio. In aggiunta, le misure previste nel protocollo saranno sotto la diretta responsabilità del medico sociale di ciascuna società. Si va comunque verso il via libera, dopo le parole del pomeriggio dei ministri Vincenzo Spadafora e Roberto Speranza, almeno per gli allenamenti. Il prossimo passaggio, per tutti i campionati che intenderanno ripartire, sarà avere l’OK per le partite. Questo perché il protocollo sanitario di garanzia, che la FIGC andrà a rifinire in questi giorni, non sarà valido soltanto per la Serie A ma (potenzialmente) per tutte le categorie: difficile però sia usato dalla Serie C in giù.


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE