Sensi: “Inter, sono nella squadra giusta. Di Conte una cosa mi ha colpito”

Articolo di
23 agosto 2019, 13:16
Stefano Sensi

Sensi è stato intervistato da DAZN, che lunedì trasmetterà Inter-Lecce della prima giornata di Serie A. Il centrocampista, arrivato in estate dal Sassuolo, ha parlato dell’esordio e di come sta procedendo il lavoro con Conte.

PRIMA VOLTA – A Stefano Sensi viene fatto sentire il tifo dello stadio e questa è la sua reazione: «Mi è venuta un po’ di pelle d’oca, sono sincero, a sentire la Curva dell’Inter. Per me è una cosa nuova, sicuramente non vedo l’ora della prima partita proprio per sentire i tifosi e il loro calore. È chiaro che finché non ti trovi in quel momento sarà dura descriverlo con le parole giuste. Il nostro obiettivo è farli felici ed essere orgogliosi di essere i nostri tifosi, quindi cercherò di metterla tutta, dare il massimo ogni partita e sudare la maglia ogni volta che la indosserò. Sono arrivato a un punto dove così non me lo sarei immaginato, non nego che comunque ci ho sempre creduto e ho sempre dato il meglio di me per far sì che succeda. Ora sono convinto di essere nella squadra giusta nel momento giusto, non penso di essere maturato al 100% ma sono a buon punto».

BUON INSERIMENTO – Sensi è stato uno dei migliori nel precampionato e dà un giudizio sul suo ingresso all’Inter: «Grazie ai compagni e al mister, che mi danno le indicazioni giuste, penso di essere pronto. Un po’ tutti mi hanno accolto alla grande e fatto sentire a casa, è stato un aiuto in più per me. I nostri obiettivi sono ambiziosi e grandi, non vogliamo fare il passo più lungo della gamba ma comunque andiamo avanti per la nostra strada. Cerchiamo di lavorare e migliorare sempre di più, poi magari ce la possiamo giocare. Romelu Lukaku? Sicuramente è un calciatore di grandissimo livello, che ha sempre giocato in palcoscenici di grande importanza. Sicuramente è un tassello della nostra squadra importantissimo, ci dà potenza e comunque la mentalità giusta, l’ambizione della società anche con questi acquisti porta a fare qualcosa di grande. Le voci sul Barcellona? Sono non dico chiacchiere, però cose che sono uscite. Il mio unico obiettivo, da quando l’ho saputo, è stato l’Inter e poi non ho voluto sentire niente».

IL TECNICO – Sensi chiude parlando di Antonio Conte: «Il mister ci chiede tanto movimento, personalità per andare a prendere la palla. I miei compagni a centrocampo sono grandissimi giocatori, con Marcelo Brozovic mi trovo bene e c’è feeling. Penso si sia visto, ci cerchiamo molto e non pensavo di trovarmi così bene. Mi ci trovo bene perché comunque penso che sia la base per fare grandi cose, il lavoro viene prima di tutto e paga. Sicuramente con dedizione e tanta voglia di fare possiamo fare cose importanti, sta solo a noi dare il 100% ogni volta in campo. Un giudizio su Conte? La prima cosa che mi ha colpito è la mentalità vincente che porta, sia in allenamento sia in una semplice partitella o esercitazione, che può essere fine a se stessa ma la trasforma in qualcosa di importante. Mi sono trovato bene, è un allenatore che fa lavorare molto ma il lavoro paga. La pigrizia sono riuscito a capire che è una cosa che odia, e che è controproducente per la squadra».

Condividi questo articolo

Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer





ALTRE NOTIZIE