Pecoraro solleva il caso Inter-Juventus, doppio esposto in procura – CdS

Articolo di
4 Maggio 2020, 10:01
Daniele Orsato
Condividi questo articolo

Il “Corriere dello Sport” riporta che le parole di Pecoraro non sono cadute nel vuoto: doppio esposto in procura su Inter-Juventus 2018.

DOPPIO ESPOSTO – Le parole di Pecoraro rilasciate a il “Mattino” hanno acceso di nuovo i riflettori su Inter-Juventus del 2018. Quei fatti  finiranno in un esposto che sarà consegnato alle Procure della Repubblica di Milano, per competenza territoriale, e Roma, perché la presenza delle sedi di FIGC e AIA. L’esposto dovrà chiarire se ci furono manomissioni dei file delle registrazioni tra la sala VAR, dove l’arbitro era Valeri e l’assistente fu Giallatini, e l’arbitro in campo, ossia Orsato.

AUDIO CONTROLLATI – All’epoca Pecoraro diede la spiegazione del perché non c’era quell’audio. Glielo chiarirono una nota della Lega e le mail che intercorsero fra Nicola Rizzoli (designatore), Roberto Rosetti (all’epoca responsabile del progetto VAR) e Alessandro Arduino (Project manager di HawkEye Italia, la società che fornisce la tecnologia VAR anche ai nostri arbitri). L’audio non c’era perché il caso (il secondo, mancato giallo a Pjanic) non rientrava nei casi previsti dal protocollo IFAB (assegnazione di un gol; calcio di rigore; espulsione diretta; scambio di persona), mentre gli episodi che rientrano nel protocollo vengono archiviati per motivi di scuola e per l’implemento del VAR. L’ex procuratore sottolineò che il materiale gli arrivò tramite la Lega. E non rilevò alcuna irregolarità.


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE