Padelli: “Modello? No, solo portiere! Se io o D’Ambrosio lasciamo l’Inter…”

Articolo di
10 Aprile 2020, 18:49
Daniele Padelli Inter
Condividi questo articolo

Padelli, durante la sua intervista casalinga per il format #TogetherAsATeam dell’Inter, racconta dei rapporti speciali creatisi in casa nerazzurra. Non solo tra giocatori, ma anche tra mogli e i figli. Ecco la terza e ultima parte di quanto raccolto da Inter-News.it durante l’#AskPadelli odierno

BELLEZZA CHE FA GRUPPO – Padelli scherza sul più bello della rosa dell’Inter: «Ce ne sono diversi! Però secondo me è una cosa positiva in un gruppo, perché fa aumentare la possibilità di scherzare. Se c’è qualcuno che rosica per questo, è ancora più bello scherzarci e così si crea il gruppo. Se devo fare un nome, dico Danilo D’Ambrosio! Anche io sono un pochino permaloso, lo ammetto! Fare il modello? Non ci ho mai pensato (ride, ndr). Da quando ero bambino il mio sogno era diventare calciatore e mi sono concentrato su quello. Il sorriso è una mia caratteristica. Tendo sempre di prendere il positivo da tutto ciò che mi si pone davanti. Anche perché faccio il lavoro più bello del mondo – per me -, che mi permette di vivere emozioni assurde. Amo la mia vita e la mia felicità interiore aiuta».

Clicca qui per leggere le dichiarazioni di Padelli nella prima parte della sua intervista da casa

FAMIGLIA ALLARGATA – Padelli racconta la speciale amicizia del suo primogenito e non solo: «Onestamente, con due bambini a casa, non guardo molto la TV. Adesso magari la sera, quando tutti dormono, guardo una puntata. Ultimamente ho guardato “Freud” e sto guardando “La casa di carta”, ma non sono un grandissimo appassionato. Diego e Leonardo (il figlio di D’Ambrosio, ndr) sono amici per le pelle, veramente. La loro è un’amicizia vera, perché sono bambini e non possono vivere le emozioni in maniera finta. Quello che provano è la realtà, hanno un’amicizia profonda che è iniziata dall’asilo, visto che vanno insieme. Si scambiano messaggi anche ora in quarantena, è una bella cosa. Il nostro è un lavoro particolare, ma se le strade mie o di D’Ambrosio dovessero dividersi dall’Inter, spero che l’amicizia tra Diego e Leonardo possa continuare, perché è veramente bella. Quando parlano Claudia e Giulia, la moglie di Andrea Ranocchia, si riferiscono a noi come “i due mariti”. Andrea è mio marito (ride, ndr). Sono due persone meravigliose. Queste sono amicizie che nascono per motivi di lavoro e vicinanza, ma poi durano in futuro. Spero che questo nostro rapporto possa continuare. Li stimo tanto».

Clicca qui per leggere le dichiarazioni di Padelli nella seconda parte della sua intervista da casa

AMORE FRIULANO – Padelli è sposato con una donna friulana, ma in cucina non ha dubbi sul suo piatto familiare preferito: «La polenta, ma solo quella fatta da mio padre! Per quanto riguarda mia moglie Claudia, gli gnocchi di zucca. Ultimamente si sta specializzando nella pizza. Durante la quarantena si cucina di più, sperimentiamo e sta diventando molto brava. Io non aiuto in cucina, non sono molto portato (ride, dr). Sistemo la cucina dopo, mi rilassa tanto. Dal punto di vista geografico, mi piace il Friuli perché è in una posizione abbastanza strategica. Sei vicino al mare e alla montagna, puoi scegliere! Per quanto riguarda le persone, apprezzo molto la loro forza. Si rimboccano le mani e aiutano gli altri, i friulani sono davvero persone speciali».


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE