Padelli: “Dobbiamo fare di più, onorare sempre la maglia”

Articolo di
15 febbraio 2018, 14:39
Daniele Padelli Inter-Pordenone

Intervista di Daniele Padelli a Premium Sport durante la quale il secondo portiere dell’Inter ha parlato della sfida contro il Genoa di sabato, dei risultati non esaltanti degli ultimi mesi e delle voci su presunte frizioni all’interno dello spogliatoio.

MOMENTO DECISIVO – «I tre punti portano sempre entusiasmo, è stato un periodo particolare ma con questo successo speriamo di essere tornati sulla strada giusta. Sappiamo che siamo in un momento decisivo, siamo in corsa per il nostro obiettivo. Dobbiamo fare di più, dobbiamo lavorare. In Italia il campionato è faticoso, devi sempre essere al 100%. Capitano periodi positivi e negativi ma siamo sempre rimasti lì. So che ogni gara è una storia a se, guardiamo partita dopo partita. Abbiamo un solo impegno e quindi dobbiamo approfittare. Il Genoa? Abbiamo qualche defezione ma chi gioca qui deve essere sempre pronto, come s’è visto nelle ultime gare. A Marassi è sempre dura ma ci siamo preparati bene. Io penso che i panni sporchi si lavano in casa, non ho visto tutti questi problemi che avete raccontato, forse da fuori qualcuno sa più di noi. Non ascoltiamo quello che accade fuori, a qualcuno piace evidentemente parlare di cose inesistenti. Quando non giochi spesso devi lavorare di più, sono pronto a sfruttare l’occasione. Eder, Kara, Ranocchia sono sempre al top. Vestiamo una maglia importante e dobbiamo onorarla sempre, non solo la domenica. Rafinha? È un bravo ragazzo, con voglia di campo, grandi qualità, ci darà una mano. Sui portieri italiani? Handanovic, Alisson, Buffon, penso anche a Gomis, tanti bravi ma Handanovic è davanti a tutti. Siamo un bel gruppo, lotteremo fino alla fine per la Champions, la nostra storia ce lo impone».







ALTRE NOTIZIE