FocusPrimo Piano

Onana senza numero 1, Handanovic con la fascia di capitano: Inter, i conti tornano tra i pali?

Onana ha scelto l’Inter per continuare la sua carriera post-Ajax ma deve ancora fare i conti con l’ombra di Handanovic, che non sembra così convinto di lasciare spazio al prossimo. In attesa di conferme, chi è chiamata a fare i conti è la società nerazzurra, anche a livello economico

LA STRANA COPPIA – L’arrivo di André Onana a Milano verrà ufficializzato a fine stagione. E dal 1° luglio 2022 l’Inter potrà aggiungere l’estremo difensore camerunese al suo – già numeroso – pacchetto di portieri. Il classe ’96 in arrivo dall’Ajax non sa ancora quale ruolo avrà nelle gerarchie nerazzurre nella prossima stagione. Anche perché ancora non è chiaro quale sarà il ruolo di Samir Handanovic nell’Inter che verrà. L’attuale numero 1 e capitano nerazzurro, in scadenza di contratto il 30 giugno, sembra aver accettato l’ultima proposta contrattuale della società. In attesa di comunicati ufficiali, l’accordo tra le parti dovrebbe prevedere un incontro a metà strada. Handanovic rinuncia a una percentuale di ingaggio rispetto a quello attuale (da 3.2 a 2.5 milioni di euro netti, ndr) ma non alla centralità della sua figura in rosa. Ad Handanovic resterà ovviamente il numero 1 sulla schiena ma anche la fascia di capitano, a quanto pare. Un capitano non titolare? Non sarebbe la prima volta nella storia del calcio ma bisogna vedere se sarà esattamente così. Handanovic vice-Onana oggi non sembra essere una certezza. Anzi…

Inter, non solo Onana e Handanovic a bilancio

RUOLI DA DEFINIRE – Il nuovo equilibrio tra i pali dell’Inter deve tener conto anche del bilancio. Sostituire il dodicesimo Andrei Radu con Onana può rappresentare senza alcun dubbio un upgrade, oggi. Sia in panchina sia da titolare, dopo la “conferma” di Bologna-Inter. Eppure non è tutto qui. L’Inter rimpiazzerà un prodotto del vivaio come Radu, utile per la lista Serie A e soprattutto per la lista UEFA, con un portiere in arrivo a parametro zero ma fuori dai parametri. Il classe ’97 Radu da vice-Handanovic, pur essendo poco considerato, ha sempre avuto una sua logica progettuale. E con un ingaggio da circa un milione di euro netti, quindi in linea con il tetto salariale nerazzurro. Meno di 4.5 milioni di ingaggio per i tre portieri, di cui due del vivaio. Adesso, con l’arrivo di Onana, il monte ingaggi per il trio tra i pali supererà i 5.5 milioni. E ridurrà di un’unità le liste dell’Inter. Anche se ciò è risolvibile con il ritorno/la promozione in Prima Squadra di un altro prodotto del vivaio. Resta, comunque, il doppio importante investimento tra i pali. Dal momento che Simone Inzaghi ha già dichiarato che non prevede l’intercambiabilità in porta, le gerarchie dovranno essere definite in ritiro. Prima di inizio stagione. Onana farà da vice ad Handanovic con un ingaggio superiore oppure il capitano si siederà in panchina lasciando di volta in volta la fascia a un giocatore di movimento? Un bel rebus, chissà come finirà…

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh