Primo Piano

Oaktree-Inter, via libera dall’Antitrust: «Non avviare l’istruttoria!»

L’Antitrust ha deliberato a favore di Oaktree, in merito all’acquisizione dell’Inter dello scorso 22 maggio 2024. Non è necessario avviare l’istruttoria.

NESSUNA ISTRUTTORIA – Il fondo californiano Oaktree lo scorso 22 maggio ha acquisito ufficialmente l’Inter, dopo che la famiglia Zhang (a capo di Suning) non è riuscita a saldare il debito da 395 milioni di euro, imposto nel 2021. Conseguentemente, Oaktree ha acquisito, in ultima istanza, la proprietà indiretta del 99,6% del capitale sociale dell’Inter e il controllo esclusivo su quest’ultima e le sue controllate. L’AGCOM (l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato) ha ritenuto, che l’operazione in esame non ostacola, ai sensi dell’art. 6, comma 1, della legge n. 287/1990, in misura significativa la concorrenza effettiva nei mercati interessati e non comporta la costituzione o il rafforzamento di una posizione dominante. Pertanto, delibera: di non avviare l’istruttoria di cui all’art. 16, comma 4, della legge n. 287/1990.

L’Antitrust dà il via libera ad Oaktree sull’acquisizione dell’Inter: i punti salienti del comunicato

COMUNICATO – Si legge nel comunicato ufficiale emesso dall’Antitrust che: l’operazione comunicata non dà luogo a sovrapposizioni orizzontali nei mercati sub a.1) e a.2). In tali mercati si realizza la semplice sostituzione di un operatore con un altro, senza che vi sia alcuna modifica delle dinamiche competitive in tali mercati. L’operazione non determina effetti di rilievo sulle rispettive dinamiche competitive, dove sono presenti, sia a livello nazionale che internazionale, qualificati concorrenti. Infine, sebbene Oaktree e Brookfield (Gruppo acquirente) abbiano ciascuna alcune società controllate in portafoglio che operano in settori che potrebbero essere considerati verticalmente collegati con le attività svolte dalle squadre di calcio professionistiche, la Parte notificante ha rappresentato che non esiste alcuna relazione verticale tra l’Inter e le società controllate dal Gruppo Acquirente. Posto che queste ultime sono attive principalmente negli Stati Uniti. Alla luce delle considerazioni suesposte, l’operazione in esame non appare nel suo complesso suscettibile di determinare effetti pregiudizievoli per la concorrenza, non determinando modifiche sostanziali nei mercati interessati.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale


Se sei un interista vero, allora non puoi fare a meno di entrare nella famiglia Inter-News.it diventando a tutti gli effetti un membro attivo del nostro progetto editoriale! Per farlo basta semplicemente compilare il form di iscrizione alla nostra Membership - che è rigorosamente gratuita! - poi a contattarti via mail per darti tutte le istruzioni ci penseremo noi dopo il ritiro della INs Card personale! E se nel frattempo vuoi chiederci qualsiasi cosa, non perdere altro tempo: contattaci direttamente attraverso la pagina dedicata, che puoi raggiungere dal nostro sito come sempre con un click.


Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Rilevato Ad Block

Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, e si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.