Primo Piano

Nicchi risponde a Marotta: “Ecco perché ruolo a Rocchi. Arbitri eroi, VAR…”

Nicchi, presidente dell’AIA, è intervenuto in collegamento con la trasmissione “Trentesimo minuto” su Toscana TV. Diversi i temi trattati, dalla gestione degli arbitri in questa Serie A al VAR fino al ruolo di Rocchi, segnalato da Marotta il mese scorso (vedi articolo).

LE DIFFICOLTÀMarcello Nicchi, presidente dell’AIA, valuta come gli arbitri stanno gestendo la pandemia: «Devo dire che, più che chiamarli ragazzi o chiamarli arbitri, da quando è partito tutto si stanno comportando da eroi. Io li chiamo eroi: ci sono dei ragazzi che per pochi euro fanno dei viaggi per fare un tampone, arbitrare e rischiano il contagio. È una situazione molto delicata e complessa, però ci proviamo a tenere in piedi il sistema. Solo noi possiamo tenerlo in piedi, perché se si ferma la macchina arbitrale il calcio è finito. Gli arbitri di Serie A e Serie B non si allenano assieme dal campionato scorso. A Coverciano non si può accedere: ci può essere solo il gruppo squadra, e gli arbitri non lo sono perché fatta la partita tornano a casa».

LA PREPARAZIONE – Nicchi spiega come gli arbitri preparano le partite: «Devono stare attenti, viaggiare da soli e con la propria macchina. Se uno si contagia e stanno assieme si ferma tutto, fanno dei miracoli. Provate a immaginare arbitri di vertice come Daniele Orsato, Davide Massa e tutti gli internazionali che non possono avere il piacere di scambiarsi qualche opinione dal vivo perché non si possono incontrare. Si allenano nel giardino di casa, lungo le strade e i sentieri, seguendo una tabella anomala. Allenare si allenano, ma non come si dovrebbe: devono stare attenti ai contagi e agli infortuni. A volte questo ti distoglie dalla prerogativa principale, che è seguire il gioco e arbitrare bene. A mio modo di vedere però lo stanno facendo, perché stanno arbitrando bene».

L’INNESTO – Nicchi torna su un caso sollevato da Giuseppe Marotta: «Il ruolo di Gianluca Rocchi nasce quando ho ritenuto che le riunioni annuali fra capitani e dirigenti avessero poco valore. Dal giorno dopo si riprendeva a contestare: il problema è che nel calcio tanta gente critica perché non conosce il regolamento. E si accusano gli arbitri, avendo poca conoscenza del regolamento. Ci serviva una persona che lanciasse un messaggio chiaro: gli arbitri a volte sbagliano, ma altre fanno bene e uno pensa che abbiano sbagliato. Bisogna andare a spiegare gli episodi. Se una domenica accade un episodio controverso in Serie A tutto il calcio ci lavorava per venti-trenta giorni: abbiamo deciso di andare a spiegarli. Chi poteva farlo se non Rocchi? È il rappresentante, quando c’è un problema viene chiamato e va a spiegare sul campo cosa vogliono sapere. I primi risultati sono eccezionali, dovremmo creare altri personaggi come questi».

LA TECNOLOGIA – Nicchi chiude con un’altra risposta, alle polemiche per le poche review: «Gli arbitri, in Serie A e nelle competizioni dove c’è il VAR, le chiamate le fanno tutte. Non c’è un episodio che non vanno a vedere: non ci vanno solo quando non c’è la certezza, e lì vale la decisione del campo. Quando c’è il dubbio il VAR, sempre, dice all’arbitro che secondo lui c’è una situazione che dovrebbe rivedere. Allora lì ci vuole l’intelligenza di chi è in campo di andare sempre a rivedere, quando glielo dicono: uno potrebbe vedere una cosa che, all’occhio nudo, è completamente contraria alla realtà».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

 

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

 

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh