Moratti: “Agnelli? Mossa carina, cancella Calciopoli! Stimo Marotta. Inter…”

Articolo di
9 ottobre 2018, 16:26
Moratti

Massimo Moratti – intervenuto ai microfoni di “Maracanà” in onda su “RMC Sport Network” – mette forse una pietra definitiva sulla questione Calciopoli: l’ex patron dell’Inter, incalzato sull’idea di Andrea Agnelli di candidarlo alla presidenza della FIGC, apre al presidente della Juventus. Moratti riconosce poi la forza dei bianconeri di Massimiliano Allegri e dice la sua sull’Inter di Mauro Icardi e sulla nazionale di Roberto Mancini. Di seguito le sue dichiarazioni

CHIUSURA CALCIOPOLI  – Massimo Moratti mette forse una pietra definitiva sui veleni della questione Calciopoli, aprendo ad Andrea Agnelli dopo che quest’ultimo ha proposto di candidarlo alla presidenza della FIGC: «Agnelli ha fatto una cosa molto carina, una mossa molto simpatica: credo che cancelli le conseguenti arrabbiature dopo Calciopoli. Io alla FIGC? Sarebbe stata una cosa impegnativa, ma mi è sembrato che non fosse giusto nei confronti di Gravina. Conosco Agnelli da tempo, abbiamo avuto un rapporto civile».

SULL’INTER – «L’Inter sta dimostrando di avere carattere e una buona rosa. La squadra deve puntare a vincere il campionato, anche se con questa Juventus così forte è molto difficile. La Juventus può fare grandi cose. Fare il triplete è molto difficile, ma i bianconeri hanno tutti i mezzi per riuscirci. Giuseppe Marotta all’Inter? Lo stimo molto, era già bravo prima».

RONALDO E ICARDI – «Cristiano Ronaldo alla Juve è stata una grande mossa. Con lui in campo l’interesse aumenta, anche io do sempre uno sguardo alla partita della Juventus quest’anno. Mauro Icardi per me è un capitano, ha imparato ad esserlo. Dà fiducia agli altri, è protettivo verso i compagni e trascina la squadra con i suoi gol».

CORAGGIO MANCINI – «Roberto Mancini ha avuto coraggio nell’accettare la Nazionale. C’è poca pazienza, ma credo che bisognerà aspettarlo: è un mister molto serio e bravo. Ci sono tanti giovani in Italia, credo sia importante lasciare molta libertà alla loro fantasia. La troppa tattica toglie la voglia di giocare ai talenti: devono essere più liberi».

MOURINHO FERITO – «José Mourinho è in difficoltà ma ha sempre le sue qualità, ha un carattere molto forte. Ho visto la rimonta contro il Newcastle e può essere un punto da cui il Manchester United potrà ripartite».







ALTRE NOTIZIE