Primo Piano

Moratti: «Addio a Mancini, gli dissi la verità. Poi chiamammo Mourinho»

Massimo Moratti, ex presidente dell’Inter, ha parlato dell’addio all’allora allenatore nerazzurro, Roberto Mancini, sostituito da José Mourinho.

ADDIO A MANCINI – Queste le parole di Massimo Moratti, ex presidente dell’Inter, sull’addio a Roberto Mancini, allora allenatore della squadra nerazzurra. «Sì, me lo ricordo bene. Fu una giornata sorprendente: avevo questo impegno con Mancini, lo aspettavo in una casa dei miei genitori. A colazione invece venne sorprendentemente in casa Maradona che mi ha telefonato era a Milano e venne a mangiare da me. C’erano i giornalisti sono che si aspettavano Mancini e videro scendere Maradona (ride, ndr). Maradona fu simpaticissimo. Dopodiché però Mancini venne, un allenatore che aveva vinto con un atteggiamento anche umile, amichevole e lì dovevo decidere perché potevamo ancora decidere diversamente. Sinceramente pensai che ormai avevo già fatto un passo con l’altro e quindi feci forza e dissi che era andata così. L’ho ringraziato, era un fenomeno. Gli dissi la verità, io non posso correre il rischio che magari per qualche situazione tu cambi idea ancora e io mi troverei per strada. Dopodiché comunicammo a Mourinho che a quel punto dovevamo incontrarci per fare eventualmente un contratto».

Fonte: DAZN – Simpatico Extra 1

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button