Marotta: “Rinvio Juventus, Inter non informata! Mercoledì tutto chiaro”

Articolo di
1 Marzo 2020, 23:56
Giuseppe Marotta Inter
Condividi questo articolo

Marotta è intervenuto telefonicamente durante “Pressing Serie A” su Rete 4. L’Amministratore Delegato dell’Inter è tornato sulla posizione del club nerazzurro dopo il rinvio della partita contro la Juventus che ha creato il caos

IL PUNTO – Così Giuseppe Marotta: «L’amarezza per quello che è successo e per il modo in cui si è arrivati a questa decisione assolutamente repentina è passata. Credo che l’amarezza non sia solo dei dirigenti, dei tifosi di praticamente tutte e dieci le squadre coinvolte. L’intervento di Giovanni Malagò? Sicuramente giudizioso, volto a porre un attimo di chiarezza in un momento caotico del campionato. Noi dopo la decisione improvvida della Lega Calcio, come Inter, abbiamo chiesto la convocazione di un Consiglio avvenuto oggi. Nel corso di questo abbiamo chiesto un’Assemblea e un Consiglio aperto mercoledì a Roma in cui la Lega proponga delle soluzioni, due o tre ipotesi. Quella di Malagò è un’ipotesi, valuteremo anche le altre, Dopodiché è giusto che si prenda una decisione perché questo campionato deve andare avanti con grande regolarità».

CRONISTORIA – Marotta poi torna su quanto accaduto nella giornata di ieri: «La cronologia dei fatti è semplicissima. Lunedì, alla luce del provvedimento del Consiglio dei Ministri di chiusura delle attività agonistiche, la Lega ha chiesto al Governo e alla federazione la possibilità di usare lo strumento delle partite a porte chiuse. Proprio per dare al campionato un criterio di regolarità. Giovedì è stato diramato un comunicato di conferma della disputa di talune partite a porte chiuse e le società si sono organizzate. Improvvisamente sabato, senza convocazione di un Consiglio e senza essere interpellati, è uscito questo comunicato che ha contraddetto quello di 48 ore prima. Ed è qui il grande motivo di risentimento personale e dell’Inter. Se 48 ore prima è stata adottata una strategia che valeva per questa domenica ma anche per le successive. Per esempio, domenica prossima ci sono cinque partite in calendario sulla carta a porte chiuse. Questo repentino cambio ci ha colti impreparati. Non siamo stati informati».

PRESSIONI BIANCONERE – Marotta sulle pressioni della Juventus per il rinvio: «Questo devono esplicitarlo loro, è facoltà del presidente di poter arrivare a un cambiamento di decisione. Ma sarebbe stato meglio e consuetudine convocare un Consiglio straordinario come fatto oggi. Le motivazioni non sono state spiegate e non le ho capite nemmeno oggi. Juventus-Inter il 9 marzo? Il proponimento mio e dell’Inter è di arrivare a un chiarimento più in fretta possibile. Gli allenatori devono affrontare una preparazione alle gare in modo razionale e sicuro. Siccome confido molto nella lungimiranza e serietà delle società, sono certo che mercoledì arriveremo a trovare un percorso definitivo. Al di là della situazione di emergenza del Paese che vede al primo posto la salute di tutti».


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer






ALTRE NOTIZIE