Primo Piano

Marotta: «Juventus ha ridotto il gap? Non lo so, l’Inter deve continuare così»

Marotta concede una breve dichiarazione in serata, a margine dell’evento organizzato a Venezia per ricevere il premio “Leone d’Oro”. L’AD Sport dell’Inter, intervistato da “Sportitalia”, risponde sul gap con la “nuova” Juventus di Allegri in Serie A

GAP IN VETTA – Giornata di premiazione per Beppe Marotta, che si trova a Venezia per ricevere il “Leone d’Oro” per meriti sportivi nell’ultima stagione: «Sono molto orgoglioso di ricevere questo premio. Tra l’altro qui a Venezia dove ho trascorso dei momenti bellissimi. Qui ho fatto la mia gavetta, per questo sono doppiamente felice». A Marotta viene chiesto se la Juventus ha già ridotto il gap rispetto all’Inter dopo aver annunciato il ritorno di Massimiliano Allegri in panchina: «Io questo non lo sa valutare. So che l’Inter negli ultimi anni, grazie all’apporto della società, dei dirigenti e dell’allenatore Antonio Conte, è cresciuta e si è ricollocata dove mancava da parecchi anni. L’Inter deve continuare in questa direzione per ottenere il giusto posizionamento e ridare grande felicità a tutti i tifosi. I tifosi interisti ci hanno seguiti anche in un anno difficilissimo come questo. Giocare negli stadi senza pubblico è una mancanza straordinaria che si è sentita benissimo». Queste le parole di Marotta sull’eterna rivalità tra l’Inter e la Juventus in Serie A.

NUOVA JUVENTUS – L’AD Sport dell’Inter, che nelle ultime ore si è esposto molto sui piani nerazzurri (vedi dichiarazioni), non si è sbilanciato sul nuovo corso bianconero dopo l’addio di Fabio Paratici: «La proprietà (fa riferimento alla Famiglia Agnelli, ndr) ha le redini di questo Club ormai da un secolo. Gli avvicendamenti dirigenziali fanno parte del calcio. Adesso sarà il giudizio del campo che dovrà esprimere una valutazione importante». Questo il pensiero specifico di Marotta sulla Juventus post-Paratici.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button