Marotta: “Inter, troppe gare a maggio! Ci sono vincitori e vinti, situazione…”

Articolo di
1 Marzo 2020, 11:31
Giuseppe Marotta Inter
Condividi questo articolo

Intervistato sulle frequenze di “Radio Sportiva”, Giuseppe “Beppe” Marotta, amministratore delegato dell’area sport dell’Inter, ha parlato della questione rinvii che mette i nerazzurri in una situazione complicata a maggio

CORONAVIRUS E RINVII – Queste le parole di Giuseppe “Beppe” Marotta, amministratore delegato dell’area sport dell’Inter, partendo dall’emergenza Coronavirus che ha spinto alla decisione di rinviare le partite di questa giornata che si sarebbero dovute disputare in alcune aree del Nord Italia, tra cui Juventus-Inter: «Da cittadino anche io mi sento di riconoscere il momento di grande emergenza che sta attraversando il nostro paese ed i grandi problemi che ne conseguono. La salute va tutelata, ma dirigente sportivo la decisione di rinviare le gare di questo turno è improvvida e crea uno squilibrio tra le squadre».

“INTER DANNEGGIATA” – Marotta è quindi passato all’attacco: «Ci sentiamo danneggiati da una decisione improvvida, incauta, presa senza che fossero interpellate le società attraverso un’assemblea straordinaria. Si tratta di un qualcosa di fondamentale per la credibilità del sistema calcio italiano. In subordine, il decreto ministeriale emanato la scorsa settimana prevedeva lo strumento delle porte chiuse. Il problema è solo quello della Serie A perché il calendario è molto compresso, mentre le altre categorie hanno più libertà. L’equilibrio competitivo viene inficiato con questa decisione».

COSA È CAMBIATO DA VENERDÌ A SABATO – Marotta risponde così: «Il ministro dello sport dice di aver demandato le decisioni all’autorità calcistica, ovvero la Lega Serie A, quindi nessun diktat dal governo. Oggi affronteremo questo tema che sta creando problemi a più società a livello di organizzazione».

SUI POSSIBILI FAVORITISMI VERSO QUALCHE SQUADRA – Marotta replica: «Quando ci sono vincitori e vinti c’è sempre una situazione che non si riesce a vedere bene. La cosa importante è capire il motivo per cui si è arrivati a questa decisione avventata».

SULLA SERIE A A RISCHIO – Marotta ammette: «Il malumore serpeggia in tanti altri club, ci sono gli interessi in ballo, anche quelli dei tifosi. Siamo in una situazione di grande emergenza, non si sa ancora quello che succederà nella prossima settimana. Oggi ci troviamo a dover fronteggiare i rinvii di questa giornata, a risolvere la situazione della prossima settimana e forse dover fronteggiare i problemi nei turni seguenti».

SUL CONSIGLIO ODIERNO – Marotta dichiara: «Porteremo tutto il nostro biasimo per quello che è successo e cercheremo di convocare al più presto un’assemblea straordinaria per fronteggiare questa situazione. Il calcio è un fenomeno sociale di grande rilevanza, va tutelato».

SULLA RICHIESTA DI DIMISSIONI DI DAL PINO – Marotta afferma: «Non è il nostro obiettivo, l’Italia non migliora chiedendo le dimissioni di qualcuno. Bisogna avere la competenza per affrontare certe situazioni. L’Inter ne esce fuori danneggiata, a maggio avremo una grande compressione di partite. Che qualità di rendimento potranno garantire i giocatori?».

SU INTER-SASSUOLO A PORTE APERTE – Marotta dice che se lo aspetta: «Assolutamente sì. In subordine, se è stata rinviata questa giornata mi sembra giusto rinviare anche la prossima».


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE