Marotta: “Icardi? Deciso prima che arrivassi! Su Conte e il mercato Inter…”

Articolo di
1 Novembre 2019, 12:13
Giuseppe Marotta Giuseppe Marotta
Condividi questo articolo

Intervistato nel corso della cerimonia di consegna del premio “Oreste Granillo”, l’Amministratore Delegato Sport dell’Inter Beppe Marotta ha parlato dell’addio di Icardi. Anche Conte e il calciomercato di gennaio tra i temi trattati

ICARDI – Queste le parole di Beppe Marotta, amministratore delegato dell’Inter, riportate dall’edizione odierna del “Corriere dello Sport” partendo dalla cessione di Mauro Icardi: «Non posso rispondere perché era stato tutto deciso ancora prima che arrivassi io».

CALCIOMERCATO INTER – «Noi siamo pronti. Vigiliamo con attenzione il movimento pur sapendo che a gennaio non si registrano grossi interventi. Ma se dovesse presentarsi una opportunità significativa che riteniamo valida secondo le indicazioni dell’allenatore e le necessità della squadra saremo pronti ad intervenire. L’Inter è un club blasonato e non so se riuscirà a trovare calciatori per migliorare il suo livello».

CONTE – «Conte è allenatore attento e sa cosa chiedere. Parliamo continuamente ma, al momento, non ci richieste precise. È caparbio. Finisce le partite che è carico di adrenalina. Il nostro confronto è continuo. Dopo la gara di Brescia ci siamo visti il mattino successivo molto presto. Analisi e valutazioni numerose, richieste specifiche, però, non ce ne sono».

VAR – «Sulla necessità del Var non ho dubbi. Bisogna utilizzarlo al meglio per ridurre gli errori arbitrali sino ad un paio per partita. Al momento, su dieci sviste arbitrali riesce a correggerne appena due. Ribadisco la validità dello strumento tecnologico e va accettato come principio. Aggiungo, senza entrare nello specifico non avendo intenzione di alimentare le polemiche, che il giudizio dell’arbitro centrale deve esserci e va rispettato. Infine penso che De Laurentiis è da capire anche perché sull’episodio ho letto interpretazioni diverse. Credo siano indispensabile regole ancora più precise. Si è passati dal calcio dei valori come quelli che indicava ed osservava Granillo a quelli del business. È una calcio diverso».

LOTTA SCUDETTO – «Ci sono ancora squadre avanti a noi. Abbiamo avviato un nuovo ciclo e potremo avere grosse soddisfazioni. Come quelle che giungono dal giovanissimo Esposito».


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE